Addio Bobby, il più famoso tool per l’accessibilità

Icona accessibilitàI web designer più attenti molto probabilmente conosceranno Bobby, strumento di verifica dell’accessibilità dei siti web.

La notizia del 1° Febbraio 2008 è la chiusura del servizio online per mano di IBM, che ha recentemente acquisito Watchfire, la società proprietaria di Bobby.

Cosa comporta questo? Per il momento la definitiva scomparsa del tool, che anche se non dava garanzie di avere siti accessibili al 100%, era comunque utile per rilevare tutti gli errori che non necessitano del giudizio soggettivo umano.

Nel comunicato di IBM visibile sul sito di Watchfire, si parla dello sviluppo di un nuovo strumento di analisi, ma non è dato sapere quando questo progetto vedrà la luce.

Al momento quindi, se avete bisogno di verificare l’accessibilità del vostro sito, il mio consiglio è di dare un’occhiata all’elenco degli strumenti suggeriti da Accessites.org, dove ho letto questa stessa notizia.

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.