Babelgum: come vedere la tv su internet (seconda parte)

Che vedere i programmi televisivi sullo schermo di un computer sia una richiesta sempre più frequente è cosa ormai nota, soprattutto ai vari operatori del settore.

Ci sono adattatori e ricevitori vari, ma negli ultimi tempi stanno nascendo alcune realtà degne di nota, che consentono di vedere trasmissioni televisive in streaming in qualsiasi momento, semplicemente installando un software sul proprio pc.

Ho già parlato di Joost nel primo articolo dedicato al mondo della tv su internet, oggi è il momento di scrivere qualcosa su un suo rivale decisamente agguerrito: Babelgum. E’ un’applicazione molto simile, anche questa in versione beta, che sto testando da diverso tempo e che si basa sempre su un protocollo p2p.

Appena installato il client, la sensazione è stata di estrema semplicità di gestione da parte dell’utente. L’interfaccia è chiara, con un telecomando che appare sulla sinistra, pochi elementi principali centrati in basso per i collegamenti più veloci e lo spegnimento, e poco altro.

Devo ammettere che rispetto a Joost trovo Babelgum un’applicazione più attraente, meglio studiata e con alcuni tocchi di classe che a mio parere la posizionano un gradino più in alto. Tanto per fare un esempio, su Babelgum è presente la possibilità di regolare le dimensioni dello schermo, passando tra visualizzazione in 16:9 e la canonica 4:3, cosa che non è possibile fare sul programma rivale. Avendo uno schermo widescreen ho particolarmente apprezzato questa funzione.

La lista di canali per il momento è scarsa, sono solamente 9, ma sicuramente aumenteranno una volta che il software uscirà dalla beta. E’ possibile vedere tra questi canali di animazione, di news, trailers, un canale dedicato ai cortometraggi ed anche una blogTV.

Se volete provare Babelgum potete inviare la vostra richiesta compilando il modulo di registrazione. Considerando che questo software è in parte italiano visto che dietro c’è Silvio Scaglia, il fondatore di Fastweb, sarà interessante seguire il suo sviluppo futuro.

Ultima nota: se siete in cerca di lavoro potreste trovare qualche buona occasione tra le varie figure richieste, tra cui è presente anche quella di Web Developer. Dateci un’occhiata!

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

16 commenti su “Babelgum: come vedere la tv su internet (seconda parte)”

  1. Ciao mi piacerebbe poter provare babelgum.
    Potresti mandarmi un ivito per piacere? grazzie
    ho riempito il modulo seguendo il link ma non mi è arrivato nulla

  2. Mi dispiace Sabrina, ma Babelgum non ha un sistema di inviti per il momento, devi solo avere pazienza che accettino nuove iscrizioni.

  3. Ciao,
    mi piacerebbe provare Babelgum.
    Mi potresti cortesemente mandare un invito?
    Marco

  4. Infatti quel link non porta da nesuna parte, non so dove tu lo abbia trovato. C’è una specie di lottery con un numero limitato di inviti al giorno su

    http://www.babelgum.com/download

    oppure trovate un betatester che può invitare o dei blog che hanno delle pagine speciali cercandoli su technorati

    http://technorati.com/tag/Babelgum

    Tom, se ti logghi sul sito puoi invitare e puoi invitare anche direttamente dall’applicazione, facendo right click sulla barra inferiore del menu. Luendì mettiamo un post che lo spiega bene

  5. ciao a tutti, sono una studentessa iscritta alla facoltà di scienze della comunicazione alla Sapienza e sto facendo una tesi sulle p2p tv, in particolare su Joost e Babelgum! Sto cercando utenti che usino almeno una di queste due p2p tv per sottoporli ad una intervista, se qualcuno volesse aiutarmi e sottoporsi ad una intervista gli sarei veramente molto grata

  6. Ho dimenticato di lasciare il mio indirizzo email per chi fosse gentilmente interessato a rispondere a delle domande via email o msn (come uno preferisce) sull’uso di Joost o Babelgum per la mia Tesi di Laurea: hellokitty8281@yahoo.it