Nuova intervista a Elena Brescacin, sviluppatrice non vedente

Una nuova intervista ad Elena Brescacin: accessibilità della rete, app mobile e Internet of Things per un mondo migliore.

Era il 2009 quando decisi di condividere una delle interviste più interessanti mai pubblicate su questo sito: una bella chiacchierata con Elena Brescacin, sviluppatrice web non vedente che lasciò una testimonianza preziosa sull’accessibilità della rete e sulla sua esperienza con il mondo web.

Dopo diversi anni è giunto il momento di parlare di nuovo con Elena, che nel frattempo è cresciuta professionalmente e mi ha offerto molti nuovi spunti di discussione.

Si parla non solo di sviluppo web, ma di nuovi ambiti dove l’accessibilità è fondamentale: applicazioni mobile e internet of things.

Continua a leggere Nuova intervista a Elena Brescacin, sviluppatrice non vedente »

Global Accessibility Awareness Day

Appuntamento annuale con la giornata mondiale per la sensibilizzazione dei temi legati all’accessibilità. Sei pronto a fare la tua parte?

GAAD logo Oggi è il Global Accessibility Awareness Day, la giornata mondiale dedicata alla sensibilizzazione sui temi legati all’accessibilità.

Iniziativa nata nel 2012, da quest’anno si terrà il terzo giovedì di Maggio, e sul sito ufficiale dell’iniziativa è possibile trovare una lunga lista di eventi dedicati. Peccato che in Italia non ce ne siano: un’indicazione sufficientemente chiara per capire come sia necessario fare di più. Continua a leggere Global Accessibility Awareness Day »

Accessibilità dei contenuti generati tramite CSS

La maggior parte degli screen reader riconosce i contenuti generati tramite CSS, ma è bene fare attenzione a come vengono utilizzati.

Se avete utilizzato la proprietà content dei CSS, sapete già quanto sia utile per inserire del contenuto in abbinamento agli pseudo-elementi :after e :before.

Utilizzarla è semplicissimo, visto che il css:

p:before {
   content: "Inizio";
}

p:after {
   content: "Fine";
}

Agisce sul codice della pagina inserendo del contenuto subito prima e subito dopo l’elemento selezionato (il paragrafo in questo caso).

Mi sono chiesto a che punto fosse il supporto degli screen reader per contenuti inseriti in questo modo. Si tratta di testo non esistente all’interno della pagina html, e non è quindi scontato che sia accessibile a tutti i visitatori. Continua a leggere Accessibilità dei contenuti generati tramite CSS »

HTML5 diventa W3C Recommendation

HTML5Il 28 Ottobre 2014 HTML5 è passato allo stato di W3C Recommendation.

La notizia non può passare inosservata ed è destinata a cambiare anche in Italia l’approccio alla realizzazione di siti web accessibili.

Le parole riportate sul blog di The Paciello Group sono perfette per capire i vantaggi di HTML5:

HTML5 is a great leap forward for an accessible web. In HTML5, accessibility is a core design principle. For the first time the semantics of HTML have been mapped, and implementation requirements defined in terms of the way HTML semantics are conveyed to people using assistive technologies.

The addition of new interactive controls, native video and captioning and new structural elements in HTML5, make it easier than ever for developers to create HTML interfaces that are usable by everyone. The inclusion of WAI-ARIA in HTML5 also provides developers with the tools and information to create accessible custom content and controls that extend the core features of HTML.

Continua a leggere HTML5 diventa W3C Recommendation »

Accessibilità? Sì, grazie

Il mondo sta diventando sempre più accessibile: il web non può rimanere indietro.

voiceover

È ormai da diverso tempo che non parlo di accessibilità su questo blog, ma questo non significa che l’argomento sia ormai da dimenticare. Al contrario il tema è più che mai vivo senza che sia necessariamente legato alla parola “accessibile”, anche in contesti diversi dal web.

Qualche esempio?

Continua a leggere Accessibilità? Sì, grazie »

HTML: addio title sui link

Usare il title sui link di una pagina web è inutile per gli screen reader e crea solo confusione.

Codice HTML

Ammettetelo: se avete fatto attenzione all’accessibilità dei vostri siti, fino a qualche tempo fa vi siete sicuramente preoccupati di inserire sui link poco comprensibili un attributo title. Lo scopo era chiaro: spiegare meglio la destinazione del collegamento.

Un esempio su tutti è quello dei classici “read more” o “continua…”, dove un attributo title poteva dare qualche informazione in più:

<a title="Titolo della pagina di destinazione">continua...</a>

Leggendo un post di David Ball ho fatto la scoperta: il title non serve perchè non viene letto dagli screen reader, e utilizzarlo crea solo confusione. Incredibile fino a qualche anno fa: se cercate in rete articoli che parlano di accessibilità, erano in molti a raccomandare l’uso di questo attributo.

Continua a leggere HTML: addio title sui link »

HTML5 e l’attributo placeholder

L’attributo placeholder di HTML5 è utile, ma non può sostituire le label di testo all’interno dei form.

L’attributo placeholder di HTML5 è una novità molto utile: consente infatti di visualizzare un breve suggerimento all’interno di un campo input testuale. Se in passato avevate usato l’attributo value abbinato a del codice JavaScript, adesso non è più necessario. Basta aggiungerlo in questo modo:

<label for"nome">Nome:</label>
<input type="text" name="nome" placeholder="Inserisci il tuo nome">

Il risultato sarà simile a questo:

Continua a leggere HTML5 e l’attributo placeholder »

Linee guida 2011 per i siti web della pubblica amministrazione

La nuova edizione delle linee guida, destinata a chi lavora per la PA.

Leggo da Alberto Mucignat che sono state pubblicate le linee guida per i siti web della pubblica amministrazione, aggiornate al 2011; è interessante sapere che sono state aggiornate dopo due mesi di consultazione pubblica tramite un forum aperto a tutti.

Continua a leggere Linee guida 2011 per i siti web della pubblica amministrazione »

Liste HTML e screen reader

Non tutti i lettori di schermo annunciano la presenza di una lista se l’aspetto viene modificato tramite CSS.

Gli screen reader sono uno strumento utile, per qualcuno indispensabile, ma a volte si comportano in maniera diversa da quello che ci si potrebbe aspettare.

Una di queste situazioni è stata descritta pochi giorni fa su 456 Berea Street, e riguarda le liste HTML: i classici tag <ol> e <ul>. Quando l’aspetto della lista viene nascosto tramite fogli di stile, molti screen reader non la annunciano come tale, anche se il codice HTML dice il contrario.

Continua a leggere Liste HTML e screen reader »

Form accessibili: come usare le label

Guida all’uso delle label nei form HTML, per un sito più accessibile.

Esistono due metodi HTML per contrassegnare un campo di un form con un’etichetta.

Il primo è usare l’attributo “for” sulla label, con un valore corrispondente all’id dell’elemento associato:

<label for="email">email:</label>
<input type="text" id="email" />

Il secondo è inserire il campo del form all’interno della label:

<label>email: <input type="text" /></label>

Personalmente preferisco il primo metodo, ma il secondo è comunque valido e riconosciuto come corretto.

Continua a leggere Form accessibili: come usare le label »