del.icio.us e le liste di link utili

Il fenomeno degli elenchi di risorse utili ha senso di esistere o del.icio.us è sufficiente? Alcuni consigli per non seguire la moda ad occhi chiusi.

Da diverso tempo imperversano articoli che raccolgono le migliori risorse su vari argomenti. Collezioni di icone, raccolte di wallpaper, elenchi con i migliori plugin per WordPress o per Firefox sono solo alcuni esempi. Come in una grande corsa al riciclaggio del materiale esistente, sono in tanti a seguire la moda.

Ammetto di essere caduto anche io in tentazione più volte, arrivando a scrivere post come la Top 10 delle estensioni di Firefox per il Web Design.

Ci sono poi pubblicazioni come Smashing Magazine che hanno fatto la loro fortuna proprio grazie a questa tendenza, ma non è così scontato distinguersi seguendo strategie simili.

L’ostacolo principale si chiama del.icio.us, che nella maggior parte dei casi è anche la fonte per post di questo tipo. Scrivere articoli con elenchi simili non ha senso se non c’è un valore aggiunto a ciò che si può trovare sui servizi di social bookmarking.

Per fare un esempio, chi cerca delle icone basta che visiti una pagina come questa e non avrà bisogno di altro.

Come comportarsi? Se dovete scrivere un post per segnalare solo risorse più che note, non fatelo. Stessa cosa se avete dei dubbi sulla qualità di ciò che state promuovendo: se voi stessi non siete convinti, come potrete interessare i vostri lettori?

Non pensate che scrivere classifiche e top ten delle migliori risorse vi possa spianare la strada verso il successo. La discriminante sarà sempre la qualità, ed è su quella che dovrete puntare. Sono sempre i contenuti a fare la differenza.

In tutto questo, sono sicuro che il fenomeno continuerà a diffondersi senza grandi ostacoli, ma i blog che riusciranno a distinguersi saranno ben pochi.

So bene quanto sia grande la tentazione di segnalare l’ennesima raccolta di icone, ma se potete, pensateci due volte prima di farlo.

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

6 commenti su “del.icio.us e le liste di link utili”

  1. Hai completamente ragione, anche se “la Top 10 delle estensioni di Firefox per il Web Design.” mi è piaciuto come articolo. Tanto per vedere se c’era un estensione che non avevo. Infatti ne manca qualcuna secondo me :)

  2. Questa è ormai ben difusa brutta tendenza che da sampre più fastidio ai lettori. Non saprei dire quanti RSS di blog interessanti ho rimosso dal feedreader proprio per questa abitudine di fare le top liste.

    L’altro problema relativo al tuo post, che è ancora più fastidioso, è quello dei post importati o meglio—copiati. Alcuni bloggers invece di creare le liste con i link ai contenuti interessanti sparsi un po’ ovunque se li prendono e mettono sul blog proprio (spesso con la approvazione dei autori originali di questi post/articoli). Non so che senso ha. Sarà un modo da poter „aggregare” le news in un posto solo? Ma non è meglio usare uno delle web-apps disponibili che esistono per fare proprio questo lavoro?

    Pieters e Boag (e tanti altri) fanno—IMO—una cosa carina: sul proprio blog mettono i contenuti propri. Altre cose interessanti segnalano con un RSS via del.icio.us + Feedburner. Queste secondo me dovrebbe essere la strada da prendere.

    Non so se mi rigiro. Spero di sì. Cosa ne pensate?

  3. @Piotr: esatto, secondo me usare gli RSS di del.icio.us è una delle soluzioni migliori, oltre che essere molto più comodo. Certo non è una soluzione per tutti gli utenti, ma solo quelli più tecnici.

  4. complimenti per l’ articolo, l’ avrei voluto scrivere io :) infatti io sono associato ad alcune categorie di delicious e visito in anticipo tutte le risorse che quotidianamente vengono incollate sui ‘post listoni’

  5. anche io scrivo degli articoli che necessiterebbero di risorse per approfondire gli argomenti, ma a volte lo trovo così scontato, sembra tanto un palliativo per “allungare il brodo”.
    Esiste Google con le risposte a tutto.. che senso ha dare liste infinite?
    mah.. boh.. bah…