Designer si nasce o si diventa?

Occhio violaLa domanda del titolo nasce da un articolo in inglese che ho letto qualche tempo fa: Do you have the designer’s eye?

E’ un intervento dove si sostiene che l’occhio del designer sia una dote innata, e che non si possano raggiungere risultati equivalenti con lo studio. Incuriosito da tali considerazioni, ho deciso di aprire un sondaggio su questo sito per conoscere il vostro parere, e fino a questo momento i risultati sono i seguenti:

  • Il 38% ritiene che si nasca designer, e sia impossibile arrivare allo stesso livello con lo studio
  • Il 46% pensa che si nasca sì designer, ma che sia possibile arrivare ad uguali risultati con lo studio e la pratica
  • Il 16% non crede in alcuna dote innata, e pensa che sia solo questione di pratica

Guardando questi risultati appare evidente un particolare, pur avendo un campione abbastanza limitato di votanti: la maggioranza (84%) ritiene che determinate persone sappiano per natura riconoscere un bel layout, quando è ben strutturato ed organizzato.

Adesso però veniamo alla domanda del titolo. E’ possibile secondo voi arrivare agli stessi livelli con lo studio? Creare la grafica di un sito da zero non è impresa facile, e va anche tenuto presente che c’è una grande differenza tra prendere ispirazione da un layout già esistente e farne uno totalmente nuovo.

Non voglio esagerare o essere discriminatorio, ma credo che esistano persone che per quanto si possano impegnare, difficilmente otterranno grandi risultati come designer. Con lo studio si può sicuramente migliorare ed imparare, ma è difficile arrivare sopra un certo limite se non si hanno le doti. Voi cosa ne pensate?

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

20 commenti su “Designer si nasce o si diventa?”

  1. Quando avevi pubblicato il sondaggio, giorni fa, avevo votato per la seconda opzione, ma sono assolutamente d’accordo sul fatto che esistano persone che, per quanto si impegnino, non saranno mai dei bravi designer.

    Vorrei però aggiungere che secondo me anche in questo campo lo studio aiuta, e molto. Specialmente i più dotati. Con applicazione si possono ottenere risultati molto migliori.

    Penso in particolare alla conoscenza dei mezzi tecnici per realizzare le idee. Nel campo del webdesign, chi conosca a fondo xhtml, css e almeno un linguaggio di scripting server side (meglio se anche qualcos’altro…) è certamente un passo avanti rispetto a un Leonardo che non sia in grado di realizzare le sue idee.

  2. Io come da voto penso che uno lo possa diventare, secondo me la pratica è la miglior cosa per imparare, non credo che uno nasca designer come nessuno nasce ingeniere.

  3. Sono d’accordo con Runa. Secondo me webdesigner si nasce. O meglio: si nasce dotati di talento nel campo del disegno. Poi, durante la vita, ci si rende conto di possedere tale talento e si decide di studiare per applicarlo in un’altra passione, l’informatica.

    E’ ovvio che non si nasce ingeGNere; si nasce magari particolarmente portati per la matematica, per la fisica, ecc. e poi si studia per diventare ingegneri.

    Però, chi ha delle doti innate ha senz’altro una carta in più rispetto a chi non le possiede, come giustamente sostiene Runa.

    Perciò, imho, se non si è “nati webdesigner”, non si potrà mai arrivare a certi risultati, nonostante le energie impiegate nello studio e nella pratica. Tutt’al più si potranno imparare canoni e “leggi”, ma saranno applicate sempre in maniera fredda, asettica.

    Ad esempio, io non so disegnare, nè ho mai fatto studi in proposito, e mi sto dedicando da poco, per hobby, per passione e per curiosità, alla realizzazione di siti web.

    Mi trovo in grosse difficoltà, perchè in internet vedo tanti bei siti, gradevoli alla vista, da cui cerco di trarre ispirazione. Ma mi rendo conto di non essere all’altezza e di non riuscire a creare niente di così piacevole proprio perchè mi manca quella “sinergia” fra occhio e cervello tipica di chi possiede un innato talento nel disegno.

  4. Pareri interessanti, sono contento che la discussione abbia avuto un seguito.

    I commenti di Runa e Simone rispecchiano la mia idea: ci sono persone con ottime doti grafiche che possono essere sviluppate con lo studio e la pratica, e sono proprio queste persone che otterranno i risultati migliori sul campo.

    I designer senza queste qualità di base possono arrivare a discreti risultati, ma difficilmente potranno eccellere..

  5. Sono d’accordo con voi, anche in presenza di potenzialità in questo campo, lo studio è fondamentale.

    Il bagaglio di conoscenze teoriche e pratiche per acquisire una vera professionalità nel web design è è molto ampio.

    Per un progettista del web, le conoscenze spaziano in vari campi e nel corso degli anni potrebbero emergere alcune doti o preferenze a cui non si pensava all’inzio della carriera.

    Ad esempio, quando ho inziato a lavorare in questo campo ero un grosso fan di flash.

    Ora per vari motivi ho praticamente abbandonato questo programma (non ne vado fiero è solo un dato di fatto) e sto approfondendo gli studi nel web marketing e nel posizionamento nei motori di ricerca.

    Agli inizi non avrei mai pensato di sviluppare questi settori, diversi ma complementari al web design.

    Credo che per capire le proprie potenzialità, bisogna provare sul campo, studiare e di seguito seguire la strada che ci porta a lavorare nel settore a cui siamo più portati.

    Ad esempio, potrebbe accadere che si inizia ad approfondire il web design in generale, e poi scopriamo di essere migliori come sviluppatori o flasher o SEO o project manager etc.

    Iniziare con il web design può portarci anche a conoscere settori di cui non immaginavamo nemmeno l’esisitenza.

  6. Credo che si possano migliorare la tecnica, lo stile e le proprio conoscenze, ma il gusto estetico (in ogni campo) secondo me è innato.

  7. Ciao
    credo che dire “si nasce” sia poco corretto, forse è più questione di “piacere”, ed è scontato che se una cosa ti piace ci metti pochissimo ad impararla.
    L’occhio vuole la sua parte … ed impari a vedere con l’occhio di chi guarda.
    Il tempo è la pratica.
    Ottimo post…
    Buona giornata
    Patrizia

  8. Come diretto interessato posso affermare sulla pelle che Designer si nasce ,il problema è difficile affermarsi,giustamente lo studio aiuta ad esprimersi con tecniche di presentazione dato che non vi è più l’apprendistato e inoltre bisogna distinguere fra imprenditori e professionisti;Bertone,Pininfarina,Stola,ed altri non hanno mai disegnato nulla a stento capiscono il disegno ma attingono e decidono da lavori altrui o appaltati diversamente da (es.Giugiaro,Michelotti G. Sapino) tra cui il latore della presente ed atri,di cui potrei fare un lungo elenco,disegnano,faticano e sudano per poter realizzare le proprie idee.

    Mi è sembrato giusto precisare
    Paolo Martin

  9. Io penso che, bisogna avere due cose fondamentali: intelligenza e forti motivazioni.

  10. A mio avviso designer si nasce E lo si diventa.

    Mi spiego: indubbiamente uno può a prendere tutte le conoscenze tecniche e artistiche che si vuole, ma se non ha occhio, ragionevolezza (cosa che spesso si dimentica) e fantasia non potrà mai arrivare a creare grandi design, anche se potrà essere un grande tecnico. Viceversa, ci sono persone che hanno grande fantasia, intuito e originalità ma non hanno le capacità tecniche nè la propensione per apprenderle appieno.

    Chi è allora il vero designer? Quello che nasce con grandi capacità intuitive e creative a livello mentale e che sa applicarsi ed esercitarsi fino ad acquisire le capacità tecniche per realizzare concretamente quello che gli passa per la mente.

    Una piccola nota: per essere designer, non serve conoscere alcunchè di programmazione o scripting server-side ;-) quello serve al webmaster, che è un po’ più di un designer! Sempre che non si tirino in ballo i designer tecnici che potrebbero altrimenti offendersi ;-)

    Ciao a tutti!

  11. io ho 21 anni penso ke disagner ci si nasce e certo ke con prattica ce qualcosa di nuovo da apprendere…. cosi e sempre in tutte le cose….x me prattica e uguale a vita imparere per nn sbagliare ho sbagliare per migliorare.lo senti quando lo sei….tutto a stile tua imaginazione…..gusto e experienza di vita etc.

  12. io penso che disagner ci si nasce pero nel lo steso tempo penso anche che puo diventere un bravo disagner cosi e sempre o si nasce o diventa un bravo disagner. io penso che basta essere inteligente e tuto andra ala grande etc…