Dieci peccati mortali del web design

Mi sono imbattuto in un articolo in inglese, intitolato Ten deadly sins of web design sul blog di Roger Johansson.

E’ un intervento che ha la sua importanza, e che a sua volta è stato tratto da una pubblicazione di un magazine svedese chiamato CAP&Design. Mi sembrava giusto quindi riportarlo in italiano, per tutti coloro che con l’inglese non hanno molta praticità.

Questo articolo come potete intuire dal titolo elenca i 10 errori che un buon web designer non dovrebbe mai commettere. Purtroppo è possibile trovare questi peccati in molti siti, e sono molti gli sviluppatori che non sanno nemmeno di sbagliare a compiere certe azioni. Questo è l’elenco:

  1. Non seguire le regole tipografiche basilari
  2. Essere troppo creativi con la navigazione
  3. Creare un sistema di navigazione con troppe voci
  4. Fare in modo che il sito richieda determinate tecnologie per funzionare
  5. Pensare che l’accessibilità riguardi solo i non vedenti
  6. Ignorare gli standard web
  7. Non considerare i motori di ricerca fin dal principio
  8. Basare la struttura del sito sul proprio modello dati
  9. Usare testo grigio su uno sfondo grigio
  10. Non effettuare l’analisi di fattibilità

Penso che i 10 punti siano già autoesplicativi, l’analisi dettagliata di ognuno di essi per il momento è presente solo sul magazine svedese. E’ comunque probabile che in futuro qualcuno riprenda l’articolo traducendolo in una lingua più diffusa.

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.