Google Chrome: le statistiche aggiornate

Dopo il clamore del lancio, il browser di Google si assesta su una quota globale pari all’1%, con risultati migliori sui siti tecnici.

Che Google Chrome non potesse mantenere i numeri dei giorni successivi al lancio era una certezza. Il browser è stato installato e messo alla prova da numerosi utenti, che sono in gran parte tornati alle proprie abitudini.

Dopo circa 20 giorni dalla sua nascita (avvenuta il 3 Settembre), è però interessante fare qualche analisi per verificarne la diffusione.

Relativamente a questo blog, che non ha i grandi numeri dei portali più famosi e viene visitato soprattutto da utenti tecnici, questi sono i dati:

  • il 3 Settembre, giorno del lancio, Chrome ha raggiunto quota 14,27%
  • dopo i primi due giorni, tra il 5 ed il 23 Settembre, la media è scesa al 5,67%
  • tra il 3 ed il 23 Settembre la media è del 6,44%

Complessivamente i numeri si allineano con quelli di Techcrunch, altro sito tecnico ma dalle visite ben superiori, le cui proporzioni restano però simili. Il 4 Settembre infatti ha dichiarato che Chrome sul proprio sito era a quota 6,23%.

Ed i siti rivolti ad utenti meno tecnici? Per un quadro più generale ci sono le statistiche pubblicate dal blog di StatCounter, che si basano su 450 milioni di pageviews realizzate tra l’1 e l’11 Settembre. Google Chrome globalmente non ha mai superato l’1,18%, per assestarsi intorno all’1% dopo i primi giorni.

E’ ancora presto per dire se le cifre siano stabili, probabilmente ci sarà bisogno di qualche altro mese di attesa. Difficile comunque capire se l’ascesa di Chrome abbia sottratto utenti a Firefox o ad Explorer: non c’è una tendenza chiara a riguardo.

Se state utilizzando il browser targato Google, raccontate la vostra esperienza nei commenti. Io lo uso esclusivamente per GMail vista la velocità di apertura delle pagine, e continuo a preferirgli Firefox per tutti gli strumenti ed estensioni che offre.

Aggiornamento: proprio oggi NetApplications ha rilasciato i dati relativi alla settimana appena trascorsa. In un panorama di 2 milioni di siti web, Chrome risulta sceso allo 0,77% di media, indicando che i numeri del browser di Google sono ancora in calo.

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

7 commenti su “Google Chrome: le statistiche aggiornate”

  1. Personalmente, google chrome non mi ispira più di tanto… Attualmente ritengo il migliore resti Firefox 3!

  2. questo chrome mi sta conquistando.. probabilmente io faccio parte del tuo 6%.. anche se per molte cose continuo ad utilizzare firefox, se solo venisse aperto alle estensioni credo che dalle parti di mozilla farebbero bene a preoccuparsi..

    Quando vai sulla barra degli indirizzi in firefox e inserisci le chiavi di ricerca, significa che qualcosa sta succedendo.. :)

  3. “Quando vai sulla barra degli indirizzi in firefox e inserisci le chiavi di ricerca, significa che qualcosa sta succedendo.. :)”
    Ma… Veramente io l’ho sempre fatto!

  4. Personalmente uso Google Chrome da settembre e non lo mollo più.

    Ho abbandonato sia FF che IE. L’unico altro browser che uso è Safari, ma su ambiente Mac, in attesa dell’uscita di GC su Mac.

  5. Io uso chrome da quando è stata rilasciata la beta, quando ho abbandonato firefox. Non ho dubbi: chrome è il migliore! E’ leggero, permette una visione più ampia delle pagine, non ti costringe ad avere sotto gli occhi miliardi di pulsanti che, diciamo la verità, vengono utilizzati una volta nella vita, non è necessario averli sempre ad impallare lo schermo! Inoltre è comoda la gestione delle schede, è velocissimo sia nell’avvio che nella navigazione. Cosa volere di più?

  6. a dire il vero scopro la sua esistenza solo ieri (24 agosto 2009) ma devo dire che mi piace. sono un utente firefox (non sopporto IE) ma ammetto che chrome è davvero veloce. peccato che non sia possibile utilizzare tutta una serie di strumenti utili con lastpass, cooliris, poichè non esistono applicazioni per lui.
    Penso che lo testerò ancora per qualche mese, con firefox a fianco.
    P.S.
    firefox peggiorato moltissimo dopo ultima modifica, è diventato instabile…

  7. Poche estensioni e alcuni bug e problemi di stabilità con i siti che utilizo per lavoro ma ha anche alcune caratteristiche che lavorando mi sono molto utili. Ad esempio: la ricerca all’interno del testo, mi capita spesso di cercare nel codice sorgente delle pagine, il trova di Chrome ti dà il numero delle occorrenze trovare e utilizza due colori per evidenziarle, uno per l’occorrenza su cui ti trovi e un’altro per tutte le altre, a me questa funzione è molto utile.
    Un’altra funzione che trovo utile è il poter ridimensionare a mio piacimento una textarea come questa semplicemente utilizzando il mouse a partire dall’angolino in basso a destra.