Google non indicizza le URL .0

Comunicazione di Google: gli indirizzi web che finiscono in .0 non vengono indicizzati.

La notizia è recente e decisamente inaspettata: le url che finiscono in .0 sono sotto accusa, non vengono in nessun modo indicizzate da Google. La scoperta è stata fatta da SEOmoz, che in uno dei suoi ultimi post ha spiegato e documentato la vicenda.

Sono state anche messe a confronto le SERP di Google e Yahoo, ed alcune pagine con url di questo tipo indicizzate dal secondo erano del tutto assenti sul primo.

Se guardate ad esempio la pagina con indirizzo en.wikipedia.org/wiki/Windows_1.0 scoprirete che non è indicizzata su Google, ma attualmente esiste una pagina di Wikipedia, en.wikipedia.org/wiki/Windows_1.01 che rimanda ad essa, proprio per evitare il problema.

Se avete un sito, fate attenzione alle url con queste caratteristiche, non avere alcun accesso da Google è sempre un grave svantaggio.

Per tutti coloro che amministrano un sito su piattaforma WordPress comunque non ci sono problemi. Se avete personalizzato la struttura dei permalink, i titoli che finiscono in .0 vengono modificati eliminando il punto. Parole come “web 2.0” diventeranno automaticamente web-20 all’interno della url: anche in questo caso WordPress si dimostra un’ottima piattaforma di blogging.

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

3 commenti su “Google non indicizza le URL .0”

  1. Questa non l’avevo ancora sentita, evidentemente però è una cosa risaputa considerando il comportamento di wordpress…

  2. In realtà WordPress non ha problemi perchè le url vengono costruite usando di default solo lettere, numeri e “-“: una coincidenza fortunata.

  3. Dalla mia esperienza personale posso dire che google “penalizza” (a questo punto non so se volontariamente o casualmente) tutte le estensioni non standard. Però le indicizza comunque. Questa cosa del .0 non la sapevo…