Google Street View, panoramica sulle strade

Google logoIn questi giorni Google ha lanciato una nuova funzione di Google Maps, chiamata Street View. Il concetto alla base è molto semplice: cliccando su questa modalità diventa possibile avere una visuale panoramica di tutte le strade coperte dal servizio, muovendosi e ruotando lo sguardo a 360°.

Se volete provare, seguite questo collegamento dove è visibile il nuovo negozio Apple sulla 5th Avenue a New York. Bello vero?

La funzionalità Street View non è ancora attiva sugli account italiani, per questo motivo molti potrebbero non vederla accedendo normalmente a Google Maps. Anche le città coperte dal servizio sono pochissime e solo negli Stati Uniti: New York, San Francisco, Las Vegas, Denver e Miami. Come da tradizione quindi il servizio è ancora in piena fase beta, ma le potenzialità sono enormi: quante volte ci è capitato di guardare una cartina e non rendersi veramente conto di come si sviluppi una strada? In questo modo ogni dubbio sparisce e tutto diventa molto più facile, grazie anche all’immediatezza dell’interfaccia.

Da notare che è stato annunciato sul blog ufficiale di Google anche l’acquisto di Panoramio, un sito con un database immenso di fotografie geolocalizzate. Sicuramente torneranno utili anche per questa nuova funzione di Google Maps.

Aggiornamento: iniziano a sorgere le prime polemiche sulla privacy, ed un post mostra alcune foto curiose. L’auto di Google, che ha girato gli Stati Uniti fotografando qualsiasi cosa, sembra aver superato il limite più di una volta. Possibile che si siano spinti troppo oltre?

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

13 commenti su “Google Street View, panoramica sulle strade”

  1. Ne avevano parlato qualche giorno fa in un telegiornale, mi pare il TG5, presentando la cosa come una novità assoluta.
    In realtà le webcam nelle città ci sono da diversi anni (forse dieci).
    La novità, piuttosto, mi pare che sia l’integrazione delle webcam con google maps.
    Ancora più interessante, comunque, credo sia l’integrazione con gli edifici tridimensionali già presenti in google earth.

  2. Ma è anche interessante il modo di navigazione in prima persona all’interno della strada non trovi?

    Sarebbe bello riuscire a sapere la frequenza di aggiornamento di quei fotogrammi!

  3. Faccio una precisazione: le immagini che vedete in Street View non provengono da delle webcam, e non vengono aggiornate frequentemente, anzi. Sono state realizzate con una speciale camera montata su un’automobile, mentre questa percorreva le strade americane. Foto e maggiori dettagli su questo blog.

  4. Bella questa novità !!!
    comunque la penso come voi ….
    la privacy qui non esiste più, vedremo se in italia verrà mai usato questa tecnica, sono dubbioso

  5. Secondo me è giusto che sia così però d’altra parte non è che registra o fotografa immagini in case private ma in luoghi pubblici dove qualsiasi persona si trovi a passare di la può vedere ciò che accade.

    Non credo che si avrebbero quindi problemi di privacy.

  6. Un luogo pur essendo pubblico non implica che vi si trovi possa essere fotografato o ripreso con telecamere e spiattellato sul web. La sfera personale è tutelata dalle leggi non solo nella propria abitazione, ma ovunque.

  7. Allora se faccio una foto alla mia ragazza a Venezia in Piazza San Marco e la pubblico su Flickr ho violato la privacy delle persone che si trovano inquadrate sullo sfondo?