HTML5 diventa W3C Recommendation

HTML5Il 28 Ottobre 2014 HTML5 è passato allo stato di W3C Recommendation.

La notizia non può passare inosservata ed è destinata a cambiare anche in Italia l’approccio alla realizzazione di siti web accessibili.

Le parole riportate sul blog di The Paciello Group sono perfette per capire i vantaggi di HTML5:

HTML5 is a great leap forward for an accessible web. In HTML5, accessibility is a core design principle. For the first time the semantics of HTML have been mapped, and implementation requirements defined in terms of the way HTML semantics are conveyed to people using assistive technologies.

The addition of new interactive controls, native video and captioning and new structural elements in HTML5, make it easier than ever for developers to create HTML interfaces that are usable by everyone. The inclusion of WAI-ARIA in HTML5 also provides developers with the tools and information to create accessible custom content and controls that extend the core features of HTML.

Cosa significa?

Per chi già da tempo realizza siti utilizzando HTML5 non c’è alcuna differenza pratica. Il linguaggio è sempre quello e non sono stati introdotti cambiamenti. La vera differenza riguarda il futuro: adesso è molto più facile prevedere un’ulteriore evoluzione di HTML5.

Per chi invece realizza siti per la pubblica amministrazione la differenza è importante: adesso è finalmente lecito utilizzare questo linguaggio. Dal 28 Ottobre HTML5 infatti rientra tra le tecnologie compatibili con l’accessibilità.

HTML5 Specification: http://www.w3.org/TR/html5/

 

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.