MyServerWeb: prova del servizio hosting

Il risultato di qualche mese di test con un nuovo hosting provider.

server_farm

Sono costantemente alla ricerca di servizi hosting degni di questo nome, e negli ultimi mesi ho avuto la possibilità di testare MyServerWeb, che ancora non conoscevo.

Negli ultimi anni ho sperimentato varie piattaforme più o meno efficienti, cercando sempre di monitorarne le prestazioni (utilizzando strumenti essenziali come Google PageSpeed e Pingdom). Poco soddisfatto dei risultati di Dreamhost, che offre un hosting condiviso veramente lento, ho deciso qualche mese fa di trasferire il mio blog personale sulla piattaforma di MyServerWeb e tenere d’occhio i risultati.

Perchè scegliere MyServerWeb? I risultati del test

  • Ottima velocità: nel passaggio dall’hosting condiviso di Dreamhost al piano Linux Professional Beta di MyServerWeb c’è stato un impressionante salto di qualità nelle prestazioni. Il tempo di risposta del server è arrivato ad una media di 0.4s, migliorando di oltre il 50%. Sono soddisfatto anche degli altri tempi (domain lookup, server connection, page download), soprattutto grazie alle possibilità di ottimizzazione (vedi prossimo punto).
  • Possibilità di ottimizzazione: non ho sempre trovato disponibile su cpanel la voce che permette di attivare la compressione lato server (Optimize Website). Potrebbe sembrare un dettaglio, ma in questo modo anche per i non tecnici è sufficiente un clic per vedere migliorare i tempi di caricamento delle pagine.
    optimize-website-cpanel
  • Assistenza dedicata e rapida: fino ad ora ho sempre ricevuto risposta in poche ore. L’assistenza dedicata senza passare da un call center è uno dei punti di forza che viene anche pubblicizzato sul sito web.
  • Domini multipli su un unico hosting: una possibilità che trovo molto comoda, non sempre disponibile. Pagando un unico piano hosting (in questo caso quelli di fascia professional) è possibile collegare più domini allo stesso spazio web. Ottimo per lo sviluppo e per contenere la spesa, almeno finchè non avrete bisogno di un hosting dedicato.

Pur non avendo riscontrato difetti, tenete comunque presente che la mia prova fino ad ora è durata relativamente poco, ma se nei prossimi mesi dovessi riscontrare delle novità sicuramente scriverò un aggiornamento a riguardo. Fino ad ora sono comunque molto soddisfatto.

C’è inoltre da tenere presente che il servizio è relativamente giovane: auguro al team di MyServerWeb una bella crescita, sperando che questo possa avvenire senza compromettere le ottime prestazioni attuali e la velocità di risposta del servizio di assistenza.

Disclaimer: questo post è stato scritto senza alcuna influenza esterna. Mi è stato gentilmente fornito un piano hosting Linux e lo sto utilizzando da circa 3 mesi su tomstardustdiary.com, il mio blog personale.

[Data servers: Immagine di Shutterstock]

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

Un commento su “MyServerWeb: prova del servizio hosting”

  1. Ciao Tommaso,
    caspita, tutti a scrivere di MyServerWeb oggi eheh
    Buona recensione a fronte di 3 mesi di test e davvero buon provider. Anche io sono stato “colpito” dalla semplicità con cui si può ottimizzare tutta la struttura del sito con un semplice click (e non è una prerogativa di tutti i cPanel a quanto ho potuto vedere).

    Un saluto,
    Luca.