Passaggio a Mac

MacBook ProDopo anni davanti ad un Pc, da qualche settimana il mio modo di lavorare è cambiato: sono passato ad un Mac.

Sono sempre stato abbastanza scettico nei confronti di una scelta del genere, e non avrei mai pensato di farlo in tempi brevi, ma gli eventi (cambio di lavoro) mi hanno trascinato, ed ora mi trovo davanti ad un MacBook Pro 15″ nuovo fiammante.

L’esperienza dell’unpackaging è qualcosa di incredibile, e tutti i possessori di un prodotto Apple ne sanno qualcosa. Ho fatto qualche fotografia: potete vedere tutti i passi dell’apertura della confezione sul set di Flickr che ho creato.

Ma passiamo alla parte più interessante: è cambiato il mio modo di lavorare? Sicuramente il tempo trascorso non è abbastanza per dare un giudizio definitivo, ma fino ad ora posso ritenermi più che soddisfatto. La prima cosa che si nota sono i tempi di accensione/spegnimento ed i vari caricamenti delle applicazioni: quasi inesistenti! Sicuramente l’hardware aiuta, visto che ho un Intel Core 2 Duo a 2.2Ghz con 2GB di RAM, ma con un Pc di pari livello l’esperienza sarebbe stata totalmente diversa.

Parallels DesktopI miei dubbi maggiori riguardavano i programmi disponibili, ma in poco tempo ho dovuto ricredermi. Ogni software ha una sua alternativa per Mac, che se non è identica è migliore. Adium per l’istant messaging, CSSEdit per la creazione di CSS, Tomato ed aMule per il download p2p, StuffIt per la gestione degli archivi.. e la lista potrebbe continuare ancora. Senza contare che non c’è più bisogno di un antivirus, e per testare i siti internet su Internet Explorer c’è sempre Parallels, che consente di far girare Windows XP su Mac Os X senza alcun problema. Se siete interessati a qualche consiglio chiedete pure, sarò felice di condividere quello che ho imparato!

Un’altra nota è da fare sul metodo di lavoro. Prima non riuscivo a lavorare senza due schermi ed il desktop esteso, visto che mi serve sempre un editor per il codice HTML, uno per i CSS, ed almeno un paio di browser aperti su cui vedere i risultati. Ho provato la stessa configurazione su Mac, e mi sono trovato male. Grazie ad Exposé il multitasking è semplicissimo e passare da una finestra all’altra è questione di un secondo: sembrerà strano, ma adesso mi trovo molto meglio a lavorare su un singolo schermo.

Un lato negativo in tutto questo c’è: anche se recentemente i nuovi MacBook Pro sono diminuiti leggermente di prezzo, riconosco che hanno un costo proibitivo. Se però avete la disponibilità economica e la voglia di effettuare lo switch una volta per tutte, sappiate che non sarà così traumatico come pensate.

Aspettatevi qualche articolo in più su eventuali risorse per Mac OS, ma non preoccupatevi perchè continuerò a scrivere così come ho sempre fatto, parlando di web design ed internet indipendentemente dallo strumento con cui lavoro.

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

90 commenti su “Passaggio a Mac”

  1. Anche io ho fatto il passaggio a Mac e, come dicono tutti “non tornerei mai più indietro”

    Altro che XP, altro che Vista….

    Niente antivirus, niente deframmentazione, niente scandisk, niente blocchi di sistema… un paradiso!

  2. Il mac senza ombra di dubbio è un altro mondo. windows xp e windows vista non hanno nulla a che vedere con il mondo mac. Personalmente io, ormai da tempo sono passato a linux ubuntu e mi trovo molto bene. Utilizzo linux in coppia con windows xp per il mio lavoro e fin ad ora non mi sono pentito della scelta.
    Ogni sistema ha i suoi pro e contro; tutto sta a scegliere quello che più ci aggrada e da li continuare. Sarebbe inutile continuare a cambiare dato che non si arriverebbe mai ad una conclusione.

  3. Io presto avrò un mio MacBook Pro 15″ ho solo una paura, i software sviluppati in .net girano?

  4. Due cose semplicissime per tenere sempre in forma il tuo Mac:
    1- L’installazione di Anacron. E’ un miniprogramma gratuito che esegue determinate operazioni di manutenzione che il computer altrimenti farebbe verso l’una di notte, ovvero quando spesso è spento.
    2- la riparazione dei privilegi (io la faccio ogni 2 settimane e dopo ogni aggiornamento o installazione) magari dal DVD di sistema, avviando il computer dallo stesso DVD (per sistemare ben bene anche i file di sistema).

    Forum: io mi sono sempre trovato molto bene su Tevac.

    Ciao

  5. Da felice possessore di un MacBook Pro da 15” ti capisco bene.
    Se posso darti un consiglio , invece di parallels (che come penso anche a te morirà in continuazione) usa crossover mac, permette di caricare programmi windows senza installare windows (io attualmente sto giocando a half life 2 da crossover sul mio MacBook pro senza problemi di sorta)

  6. sono sempre stato attratto dal mondo Mac, ma per diversi motivi (tra cui quello puramente economico) non ho mai fatto il salto, adesso mi trovo a dover sostituire il mio PC ormai arrivato al capolinea, ci farò un pensierino probabilmente, ma già so che alla fine comprerò un nuovo assemblato anche solo per la disponibilità di periferiche che già ho ed ovviamente perchè professionalmente mi trovo tutti i giorni a combattere con sistemi windows… chissà che pero’ non mi faccia prendere dalla smania di dare anche io un bel morso al frutto del peccato…

    ciao.

  7. Controcorrennte.
    Ebbene si sono un felice utilizzatore di sistemi operativi Windows (se fossimo in un film a questa affermazione ci sarebbe un tuono fragoroso e la voce di una donna che grida), forse perchè lavorandoci con Windows in maniera piuttosto costante ed approfondita non trovo tutti quiei difetti che sento spesso lamentare da chi, inesperto, lo formatta 3 volte all’anno.

    Dopo essermi fatto dei nemici con le affermazioni di cui sopra :-), però tengo a precisare che seguirò i tuoi articoli su Mac in modo da poter scoprire anche io un mondo di cui non sò nulla ma che in un certo senso mi affascina!

  8. Io Mac non l’ho mai provato, l’unica mia vera e propria migrazione è stata da ms-dos a windows 3 eoni orsono…

    Sinceramente se dovessi fare il grande salto sarei più tentato da Linux, ma sono troppo pigro!

  9. Azz io ho appena preso un pc portatile nuovo…facendo web design sono piu’ che attratto dai nuovi mac, e sopratutto dall’idea che virtualmente tutti i sistemi windows ci possano girare…altra constatazione: quasi tutte le agenzie per cui collaboro sono appleizzate..il che mi fa pensare parecchio.poi per carita’,come dice alan, windows non mi ha mai dato grossi problemi, anzi solo soddisfazioni(win2000/xp)

  10. Morto e defunto da un giorno all’altro il mio fido notebook HP ho deciso di passare a mac:
    macbook 13,3″ Core Duo 2, 2.16 Ghz, 2 Giga di Ram….primo giorno passato a capire che sistema operativo avevo davanti, a come muovermi fra le cartelle e le applicazioni….il secondo giorno sempre più contento dell’acquisto fatto….semplicità di utilizzo, installazione dei programmi incredibile (per l’80% dei programmi basta spostare la loro icona nella cartella applicazioni e il gioco è fatto), non serve formattare ne deframmentare, svelto, rapido…..altro che Xp o Vista.
    Morale: ciao ciao microsoft….

  11. Anch’io mi associo ai post di Benvenuto!
    Sarai in buona compagnia… recentemente ho partecipato a @media2007 a Londra; in 2 giorni di interventi non si è visto un singolo relatore che non lavorasse su MacBook!
    Concordo CSSedit è fantastico, se non li conosci dai un’occhiata anche a StyleMAster e XyleScope (CSS), a BBedit e TExtMate (editor di codice in generale).

    Infine un’applicazione ‘culto’ che si integra a meraviglia col finder e lo potenzia enormemente: Quicksilver (http://blacktree.com, free)

  12. @grazitaly: Fortunatamente…ehm…NO! Sono passato da Win98 1st Edition a WinNT4Wkst… Però sono d’accordo di stendere un velo pietoso in GHISA(!) su Win ME! ;-)

  13. Era da tanto che volevo fare il grande salto e poi mi sono convinto e ho preso un MAC PRO 2×2,6 Ghz Dual-Core con 4 G di memoria. Ne sono super contento. Il primo impatto con il nuovo sistema operativo mi ha lasciato spiazzato perche ragionavo da Win-utente ma giorno dopo giorno ho capito che per lavorare non occorre verificare il registro, aggiornare antivirus, proteggermi da tutto…. ma semplicemente LAVORARE. La maggior parte dei programmi che servono ci sono già inclusi nel pacchetto base e se ne servono altri ci sono per 99% in rete. E, visto che lo uso per il Video-Editing non ho parole GRAZIE MAC

  14. E’ arrivato finalmente è proprio lui chissa ora come mi troverò nei prox giorgni ve lo farò sapere.

  15. Io tra poco me lo farò il mac spero di trovarmi bene …scusa la mia sfrontatezza , ma visto che non ne capisco molto di template me ne faresti uno come il tuo blog con l’header personalizzato? so gia di chiedere troppo , ma sei veramente bravo ….

  16. Complimenti per il passaggio. Io sono mac-user da 2 anni ormai e mi trovo davvero un amore. Le uniche cose che mi mancano sono software che per propria natura sono più diffusi sotto piattaforma Linux (dalla quale provengo e che cmq uso su un’altra macchina), ma sono software che uso solo in particolari occasioni.

    Col passare del tempo noterai (come tutti i Mac-user che ho conosciuto) un aumentare della sensazione di “rilassatezza” stando al computer.

    Per il prezzo, beh, ci sono macchine PC che hanno un prezzo inferiore, questo è vero, ma un piccolo ammortizzatore si può trovare nel fatto che le macchine apple, oltre ad avere un design curato (che si paga) hanno anche un’ottima ingegnerizzazione (far collimare design e qualità ingegneristica è difficile). Nonostante ciò, è vero che potrebbero costare di meno. Andrebbe bene il prezzo USA, col cambio Euro a favore. Purtroppo Apple in certe cose applica una politica un po’ dispotica.

    Voglio chiudere questo mio primo commento con i miei complimenti per l’accuratezza, la rifinitura e l’usabilità del layout di questo blog.

    Ciao.

  17. Che dire ragazzi… il mio primo Mac è stato il MAC 128K… (era il marzo 1985)… ora è in una teca di vetro come il primo cent di zio Paperone…
    Nel 1985 mentre i miei amici passavano le notti ad imparare/impazzire con i comandi del DOS (libroni alti 7 cm…eh, eh..)io muovevo con naturalezza il mouse, aprivo finestre, copiavo ed incollavo testi usando Word 1.0, Excel 1.0 e tanti altri programmi che arrivavano (crakkati) dagli U.S.A. attraverso il canale universitario della Normale di Pisa… ah! che tempi ;-)
    Vi consiglio di scaricarvi dalla rete il film “I Pirati di Silicon Valley” film del 1999 di Martyn Burke racconta la vera storia di Gates e Jobs; guardatelo ed avrete la chiave di lettura della filosofia che sta dietro a Windows ed al Mac
    e capirete perchè il furbone Gates sarà anche l’uomo più ricco del mondo ma si rode e si roderà sempre il fegato perchè non avrà mai la genialità psichedelica di Steve Jobs (Mac, iPOD, iPHONE altro che Winzozz…).
    Un solo errore per Jobs (ma un creativo non può essere un ragioniere…)non capire che la grande massa della gente non avrebbe mai comprato un computer che costava quattro volte un IBM compatibile!!! Un Mac 128K costava 7.000.000 del vecchio conio un IBM compatibile 1,5-2 milioni.
    Comunque questa è ormai Storia.
    Un benvenuto tra i Mac-user (non tornerete mai più indietro……)
    picaro (Mac-Evangelist)

  18. Ciao e cosa dire benvenuto come dice Picaro trai Mac-user…. io lavoro in entrambe le piattaforme (pc mac) per scelta da parte delle agenzie per cui collaboro…ma a casa solo mac e non ho avuto mai problemi …… e non torno indietro ;)

  19. Io lavoro su Windows e anche a casa ho un pc…

    Causa matrimonio però ho lasciato il mio (ormai vecchiotto) PC a casa dei miei e mi sto convincendo sempre + a prendere il nuovo iMac, lo trovo fantastico anche se non ci ho mai messo le mani sopra…
    La mia + grossa paura è di non capire la logica del OS che ci stà sopra anche se tutti mi dicono che è semplicissimo…

    Alla fine io il PC a casa lo uso per le foto, la musica e qualche giochino, e cosa c’è di meglio del Mac per questo???

  20. Io con i computer ci lavoro, provo continuamente i tre sistemi, Windows, Linux, Mac, per le varie problematiche che i miei clienti hanno.
    A casa, per quanto mi riguarda non cambiero’ mai il mio Pc assemblato da me con quello che piu mi piace , con Un sistema microsoft.

  21. Un saluto all’emerito Tom ed a tutti i lettori.
    In questi giorni, a quasi 70 anni di età, 30 dei quali da utente di PC per elaborare immagini e per ascoltare musica.
    Nei giorni scorsi è accaduto che durante una dimostrazione Mac, sono rimasto così affascinato da decidere istantaneamente l’acquisto
    di un iMac 24” sul quale ho fatto installare anche XP. Non mi sono mai pentito dei tanti errori commessi, e questa volta
    ne sono certo risulterà una di quelle poche che non fallirò.

  22. Ciao Tom, ho scoperto da poco il tuo sito ma lo ritengo veramente completo e interessante. Non posso che essere contento di aver trovato poi un nuovo utente Mac, per di piu’ con un portatile, cosa che mi rende estremamente felice.
    Visto che e’ ormai un pò di tempo che usi il tuo Mac, fammi sapere le tur ultime impressioni.
    un saluto

  23. Ciao Francos, ormai non ho più questo Macbook, l’articolo è un pò datato. Sono un felice possessore di un iMac, puoi leggere qualcosa a riguardo in questo post.

    L’unica cosa che mi sento di dire in questo momento è che scoperto Mac Os non tornerei indietro, una volta fatto il passo è difficile pentirsi.

  24. @Tom: anche per me e’ la stessa cosa. Sono passato al Mac solo da 13 mesi e l’unica cosa che rimpiango e’ di aver fatto questa scelta cosi’ tardi :)
    Provengo da Amiga e gli 8 anni passati su PC, passando da Windows 98 a ME, da XP Home a XP Professional, sono stati i piu’ oscuri della mia esistenza. Windows: come complicare cio’ che dovrebbe essere semplice :)

  25. Se tutto va bene, stasera avrò il mio primo MAC! Dopo tanti anni passati con Windows ho deciso di fare il grande passo. Perchè? Primo: rimpiango la Commodore e l’AMIGA e l’APPLE mi sà tanto di Commodore, chissà perchè!! Forse il modo di pensare? L’idea? La sbandierata pubblicità? Non so. Già mio fratello era passato al MAC dicendo di trovarsi altrove….e ha fatto tanto finchè mi ha convinto ad avvicinarmi all’APPLE: A natale ho comprato un IPHONE dopo aver venduto 3 Pocket Pc con Windows Mobile sopra. E mi sono innamorato da subito dello stile Apple ma anche dalla concretezza del sistema operativo. Dopo esermi informato in giro (ragazzi è un mese che ho fisso il pallino del MAC!!!!!) ho deciso. Oggi pomeriggio vado alla APPLE STORE di ROMA EST e vado a prendermi un CORE 2 DUO a 3,6 GHZ con 4 GB di RAM e un hard disk da 500 MB. Ho detto basta…voglio inziare a montare video e a fare grafica con il mio MAC!!!

  26. Bravo Giovanni, proprio ora sto facendo una clip per un telefilm con il mio PB.
    Ti consiglio, se vuoi fare le cose per bene, di passare a Final Cut Express appena possibile.
    LiveType e Motion sono due soft indispensabili per creare video incredibili, anche per un chi è ai primi passi.
    Goditi piano piano il tuo Mac senza esagerare, la MacDipendenza porta a dotarsi in breve tempo di tutti i gadget Apple possibili e immaginabili :-)
    un saluto

    POCStaff

  27. Grazie dei consigli FRANCOS. Farò come dici tu senz’altro perchè…da ieri 15/01/2009 alle ore 20.00 circa sono diventato anch’io un appleista (si scrive così no?). Ieri, subito uscito dal lavoro, mi sono catapultato all’APPLE STORE di Roma Est! 2000 euro sono tanti, lo ammetto, e fino a qualche mese fa non credevo possibile spendere una cifra del genere per un computer. Ammetto che ho sempre pensato ai MAC come ad una possibile soluzione, ma il pensare di spendere così tanti soldi per una macchina come Windows (ma lo pensavo solo allora) mi bloccava parecchio. E forse questa è la motivazione principale che blocca moltissime persone nel passare a MAC. Ad ogni modo, io l’ho potuto fare perchè ho dato via due vecchi portatili ricavandoci circa 800 euro. Questi mi sono serviti per darli come anticipo e il resto l’ho finanziato per 10 mesi. Insomma, tornato a casa ho voluto emulare l’autore del sito (ti faccio i complimenti per il sito TOM)riprendendo lo spacchettamento addirittura con l’IPHONE! Insomma, sarà una fesseria ma per me è un evento. Chi pensava che avessi mai comprato un MAC?? Eppure, per me amante di cinema ed effetti speciali sembrerebbe scontato, un destino già scritto. Eppure gli sono stato lontano per tutti questi anni…Va beh, comunque l’ho acceso, ho seguito le procedure ed eccolo li in tutto il suo splendore. Non nego che mi sento ancora molto spaesato. Ci vorrà un pò di tempo, ma sento che mi piace! Ho dato un paio di letture nei vari forum e sto facendo i miei primi passi. Certo se ci fosse una bella guida da leggere da qualche parte non sarebbe male…

  28. Ben arrivato allora :-)
    Appleista non mi piace, :-P … meglio MacAddict o MacLover o MacFan o ..
    Si, i Mac costano magari di più ma in tanti anni ho potuto notare e constatare che lavorano di più e durano più a lungo!
    Io non sono ancora passato a Intel, uso un PB G4 1,5″ DL con 2Gb di RAM e riesco a fare ancora tutti i lavori che mi servono. Lavoro con FinalCut con LiveType, Photoshop e Motion aperti (vedrai che goduria passare un clip da una applicazione all’altra mentre ci lavori sopra) mentre Eudora (si, io uso ancora Eudora e non Mail per una questione d’affetto) scarica la posta e Safari mi tiene aggiornato delle news. Con un Mac che ha 3 anni e MacOs 10.5… vorrei vedere un pc di 3 anni con vista :-)
    A proposito, ero anch’io un Amighista , si scrive cosi ? :-) ed e’ per quello che sono passato a Mac, stessa filosofia.
    Per le guide ne trovi parecchie, su tutte le applicazioni e su Leopard. Se vuoi un consiglio cerca quelle di Lucio Bragagnolo, lui è il top!
    ciao

  29. Anch’io dopo una lunga vita passata davanti a Windows mi sono deciso ad acquistare un iMac.Intendo far notare che non rinnego assolutamente XP e tengo a precisare che continuerò ad usarlo ma in alternanza. La bellissima macchina che ho comperato però trova delle pecche nel campo musicale… proprio dove dovrebbe essere consolidata. Non dico pecche di funzionamento ma povertà di programmi…
    Abituato ad avere il mondo della musica con il mac i programmi musicali ci si ritrova a contarli sulla punta delle dita e nonostante la loro indiscussa qualità ho deciso di non avventurarmi alla scoperta delle loro potenzialità ma bensì di affiancare XP al fine di poter utilizzare quello che uso con windows e di cui non ho trovato una corrispondenza nel Mac. Per farlo avrei deciso di usare Parallels Desktop e chiedo un parere /consiglio a chi lo ha già usato o lo sta usando.

  30. nonostante la crisi voglio cambiare voglio maccc!!!!!!una sola domanda avendo un normale pc da tre anni sara dura usare un mac?altra domanda sul imac 24 nn vedo ingresso ingresso per porte sd ci sono????grazie

  31. Io sono passato a MAC da circa due mesi (ho postato anche sopra)ma onestamente non sto sperimentando tutto questo gran salto. Chissà, magari è colpa mia che non riesco a lavorare al 100% su MAC. Magari è questione di tempo, ma spesso e volentieri mi ritrovo ad avviare il mio MAC con Windows XP per poter fare quelle cose che su MAC purtroppo non è possibile. Ad esempio io sono uno sviluppatore ASP. SU MAC purtroppo non posso testare i miei lavori in ASP. Ho letto in giro che si può fare emulando Windows con VMware, ma sembra che non sia cosa immediata. Faccio montaggio video da anni con SONY VEGAS ma purtroppo non esiste una versione compatibile per MAC. Potrei utilizzare FINALCUT, ma ha un modo di lavorare totalmente diverso da SONY VEGAS che dovrei mettermi a studiare un nuovo programma. Uso XARA X per la grafica vettoriale e per MAC non esiste sebbene avessero parlato di un porting. Dovrei usare COREL DRAW o ILLUSTRATOR, ma anche qui devo ripartire da zero imparando ad usare programmi che non conosco. Ho un decoder satellitare della TOPFIELD dal quale mi scarico i programmi televisivi, tolgo la pubblicità e li metto su dvd. Ma non eistono per MAC i tool di trasferimento file e di taglio (mi ero comprato VIDEOREDO perfetto pee levare la pubblicità) oppure se ci sono sono in parte diversi…Insomma per me, e solo per me, un casino. Al punto che sto sinceramente pensando di rivendermi il mio iMAC da 24” che non sfrutto al 100% se non con Windows XP. Ma che me lo sono preso a fare allora se lo uso solo con XP?? Forse ho fatto una cattiva valutazione sull’acquisto spendendo però 2000 euro per una macchina che uso solo con Windows XP. Il consiglio che voglio dare a tutti gli utenti WIN che vogliono passare a MAC è il seguente: FATE UNA BELLA RICERCA E CERCATE DI CAPIRE SE SU MAC POTETE FARE LE STESSE COSE CHE FATE SU WIN. E SE NON LO POTETE FARE CERCATE DI CAPIRE SE ESISTE UN PROGRAMMA ALTERNATIVO CHE POSSA FARE QUELLO CHE FATE SU WIN SENZA RICOMINCIARE TROPPO DA ZERO PERCHE’ E’ UNA BELLA SECCATURA.

  32. Giovanni concordo pienamente con quello che hai scritto. Io provengo dal vecchio Atari ed il passaggio a Win è stato sofferto…. A quel tempo per l’utente musicista c’era poco da stare allegri. In seguito le cose sono migliorate e nel frattempo l’Atari è praticamente scomparso. Io da pochi mesi ho comperato un iMac anche sull’onda che ho sempre visto che è usato in tutti gli studi di registrazione e da tutti quelli che fanno musica. Dopo un breve approccio ho compreso che il suo uso in certi campi è principalmente dettato dalla sua indiscussa affidabilità e semplicità d’uso. Purtroppo manca una cosa fondamentale….la disponibilità di software! E questo mi ha costretto ad affiancargli un XP virtuale. E come te dico: ma allora che me lo sono preso a fare se poi continuo ad usare Windows? Si, concordo che è una gran macchina, che me la terrò insieme ai miei quattro pc, che continuerò ad usarla, ma purtroppo non potrà essere come per tanti la macchina di eccellenza.
    Ognuno ha le sue esigenze…in Mac si trova un sistema quasi perfetto per la sua semplicità ed affidabilità e guai a criticarlo, l’utente Mac è il più convinto sostenitore del suo sistema. Purtroppo noi due, non rinnegandone le indubbie qualità siamo concordi che il denigrato e criticato
    Win con tutte le maledizioni che si prende, resta il sistema più consono alle nostre esigenze.
    Attenzione ho scritto “consono” e non migliore! I sostenitori del Mac non me ne vogliano…..

  33. E’ come avere una penna a stilo e ti regalano un palmare: bella, potente, moderna ma… devi imparare ad usarlo!

    Sono troppo pigro, preferisco usare Sony Vegas ( mai sentito) che imparare ad usare un programma facile e potente come Final Cut che i Pro del video usano per girare film da Oscar!
    E cosi anche per gli altri… troppo pigro, la curiosità di imparare è persa.
    Scusa Giovanni ma sono troppo pigro per scriverti altro…
    vado a rilassarmi con un Mac! :-)

  34. Hai ragione Francos, ma non sul fatto di essere pigri, che sia chiaro. Se non voglio imparare ad usare un programma diverso non è per pigrizia, ma per mancanza di tempo. Tu forse di tempo ne hai tanto, o forse, probabilmente, sei un utente MAC da molto più tempo di me. Con molta probabilità hai sempre usato MAC per cui il problema del passaggio,e le difficoltà, non ti hanno mai sfiorato minimamente, ma questo non significa che il problema non esista. Vegas non è Final Cut, e questo lo so da me, ma per fare quello che devo fare mi basta anche solo Vegas senza eccellere necesariamente con il massimo e disturbare Hollywood. Qui il problema non è se MAC è migliore di Windows, ne se uno è più potente dell’altro. Qui si parla dell’utilità a misura di utente. A te una cosa può star bene, ad un altro può andare così così e all’altro ancora non può andare per nulla, ma non per questo se per te va bene debba necessariamente andare bene per tutti. MAC è un sistema operativo molto buono, e per certi versi migliore di Windows, ma ha anche le sue gatte da pelare. Uno tra tanti la scarsità di programmi di un certo livello, diciamo a misura di un utente medio e non professionale. Eh si esistono i più blasonati, ma se uno lavora da anni con certi programmi non è facile buttare tutto dalla finestra e ricominciare da capo. Quindi evitiamo certe prese di posizioni perchè credimi non è davvero il caso.

  35. IL MIO IMAC non ha SD, se per SD intendi le schede di memorizzazione esterna. Ma basta comprare un lettore di schede e hai risolto.

  36. x Fabio: nessun Mac da scrivania e portatile ha una porta per le SD o MSD. Io ho un lettore SD multiplo USB che legge tutte le schedine preso alla Esselunga da 10 euro e lo passo da un Mac all’altro….
    x Giovanni: La mia era una provocazione: non hai bisogno di FinalCut per montare dei video con il tuo iMac! E’ gia’ installato il miglior programma per chi ha poco tempo e vuole fare filmati semi-professionali ed è iMovie! Se non ricordo male hanno montato anche degli spot pubblicitari e musicali con iMovie.
    Uno dei miti da sfatare è che NON CI SONO PROGRAMMI per Mac! Puoi trovare programmi potentissimi e di ogni tipo addirittura freeware. Se dai una occhiata su http://www.macupdate.com vedrai che ogni giorno ci sono centinaia di nuovi programmi che escono per Mac. Io ho installato una cinquantina di programmi ma il 70% di questi li ho aperti una sola volta o poco più perchè alla fine i programmi che usi su un computer sono quasi sempre solo una decina.
    Ho un amico che è da poco passato a Mac, è entusiasta e dopo avermi chiesto qualche aiuto mi ha addirittura fatto scoprire programmi che non conoscevo e che lui usava su pc.
    Posso capire se fai solo ASP che forse un pc ti è più utile ma per chi fa programmazione sul web un Mac è meglio!
    Ciao e buona serata

  37. Alla fine un MAC è sempre meglio…è l’unica cosa che un MAC-DIPENDENTE sa dire o scrivere. Io faccio solo programmazione in ASP e non ho tempo di imparare PHP. iMOVIE è di molto al di sotto di Sony Vegas. L’ho provato ma non fa quello che a me seve. Di programmi per MAC ce ne sono tanti, il problema è trovare quello che sostituisce anni e anni di lavoro su WIN. Sono contento che il tuo amico si trovi bene. Al momento io non posso dire lo stesso, sebbene non possa neppure dire il contrario. Pentito? Non proprio, ma quando sento gente come te mi cadono sul serio le braccia…

  38. @ Giovanni: quando leggo quello che scrivi, sono sempre più convinto che Scott Kelby ha ragione al 100%…

    Ci saranno sempre scettici.
    Ci saranno sempre increduli.
    E ci sarà sempre Apple per dimostrare che si sbagliano

  39. “Alla fine un MAC è sempre meglio…è l’unica cosa che un MAC-DIPENDENTE sa dire o scrivere.”
    “Non proprio, ma quando sento gente come te mi cadono sul serio le braccia…”

    C’è poco da capire… o non ti sai spiegare o non sai fare!

    buona giornata

  40. E’ bene che ognuno si faccia le proprie idee a riguardo e decida autonomamente, il passaggio da Pc a Mac non è cosa da sottovalutare.

    Non esistono verità assolute, ma sono d’accordo con francos quando parla di software per Mac: esistono programmi in abbondanza per tutte le esigenze, che siano pochi è un falso mito (ne parlo anche nel post). Basta cercare risorse come questa (c’è anche la parte 2), per fare un esempio.

    Ho scritto questo post per raccontare la mia esperienza: non mi dispiace la discussione su queste pagine, ma mantenete toni civili ;)

  41. Per quello che mi riguarda, mi sembra al momento di manterenere toni amichevoli. Sto solo esprimendo la mia idea sul discorso “passaggio al MAC” che, a mio avviso, non si può solo liquidare con “il MAC è bello, è forte, e va bene!!” e basta. Se non hai mai usato un computer e compri un MAC allora è tutta salute!! Se invece sei già uno che per anni ha lavorato su PC, allora preparati ad affrontare qualche problema determinati dal fatto che non tutti programmi Windows esistono per MAC. Tutto qui. Si, certo, come dice il buon FRANCOS, che sicuramente JOBS paga fior di milioni per vantare alla cieca la bontà di un MAC, puoi sempre imparare un programma nuovo, ma è innegabile che non puoi essere produttivo da subito se un programma non lo conosci. Quindi che si fa?? Si smette di lavorare perchè si deve imparare un nuovo programma su MAC??? Non si tratta quindi di pigrizia come qualcuno vorrebbe far credere – e che tra l’altro non dovrebbe permettersi neppure di scrivere visto che non si conoscono le persone – ma di problema di tempo, il mio, che non mi permette di essere subito produttivo su MAC. Poi non ho detto che sul MAC non ci sono programmi, e non ho neppure detto che un PC è migliore di un MAC. Ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro, come in tutte le cose della vita. Ma per certa gente è più facile pensare di stare all’asilo e continuare a dire che “il mio è migliore del tuo!”. Peccato che la cecità e l’ ottusaggine, se non anche le grosse difficoltà comunicative nel confrontare le proprie idee con quelle degli altri, non facciano rendere conto a certe persone che il “suo” è anche il “mio”, visto che entrambi siamo utenti MAC.

  42. Ciao Tom, ciao Giovanni,
    mi sembra che la nostra discussione sia stata, almeno finora :-) , su toni molto pacati e di discussione civile.
    Non ho capito cosa voleva dire Giovanni con quele due frasi perchè secondo lui avevano altro significato … ed io non l’ho capito e non lo capisco ancora.
    Ho una base di utenti che supera le 5000 unità e il 40 % è costituita da switcher, passati da Win a Mac. Di questi solo pochissimi hanno avuti problemi con il passaggio a Mac per via dei programmi. Anzi, molti mi hanno scritto raccontandomi le loro prime ore e i successi avuti: chi dopo poche ore montava il filmato della figlia o delle vacanze o chi non credeva di essere ancora, dopo giorni, senza un virus non usando antivirus!
    Mac non è solo videomontaggi o fotografia: ho tantissimi imprenditori che mi raccontano come è cambiata la loro situazione in azienda dopo essere passati a Mac: costi di assistenza ridotti a ZERO e produttività aumentata.
    Non sto parlando solo di lavori di ufficio, per quello basta anche un Amiga; sto parlando di macchinari interfacciati a Mac per la gestione di lavorazioni importanti.
    Certo, in ogni cambiamento occorre anche la voglia di imparare.
    Passando dai Mainframe IBM ad Amiga sono rinato, ho vissuto giorni tormentati con i 286, sono risorto con il Mac e non l’ho più abbandonato.
    Ho, devo avere, anche dei pc: mi servono per testare i lavori sul web… e mi viene l’orticaria quando vedo la schermata di XP e Vista con tutte le sue incongruenze.

    Per me imparare o studiare un programma non è una perdita di tempo: lo recuperi subito diventando più produttivo con il nuovo programma. Se hai Photoshop 2.5 e ti danno PhotoShop CS, perderai tempo ad imparare il CS o rimani a 2.5?
    Non hai tempo per imparare ad usare un programma che ti può far risparmiare tempo! Sei come il gatto che si mangia la coda.

    Sai perché un Mac è meglio? Perché alla sera quando arrivi a casa hai ancora voglia di stare davanti al suo schermo!

    ciao

  43. …infatti continui a non capire quello che voglio dirti, eppure mi sembra di scrivere in un italiano abbastanza comprensibile. Spero che gli altri abbiano capito cosa voglio dire. Saluti.

  44. ho appena comprato imac e devo dire che devo iniziare da zero, io mi occupo di trader sul forex e avrei bisogno di trivare una piattaforma simile a metatrader4 per window o installare questa con parallel è sufficente o devo installare anche win xp
    grazie in anticipo per una risposta

  45. Ciao, se l’applicazione che usi ti porta via molte risorse ti conviene lavorare o partendo con Windows XP nativo, o utilizzando VMware che è molto robusto per far girare applicazioni win in contemporanea. Mi raccomando che tu abbia almeno 4GB su iMAC in modo da poterne lasciare 2 per WIN. Poi se ne hai di più è pure meglio.

  46. xp nativo sarebbe? scusa ma non sono così ferrato,e VMware ? per adesso ho solo 2 gb di ram ma questo non è un problema si possono aumentare, il problema è che tu sappia ci sono piattaforme di trading per mac ?

  47. Guarda, puoi provare a vedere qui: http://profste.blogspot.com/2009/01/piattaforma-trading-e-software-di.html. Sembra che sia una piattaforma pure su MAC ma non essendo ferrato sul campo non posso aiutarti più di tanto. Per quanto riguarda Windows nativo, significa che su un MAC di ultima generazione puoi far girare Windows al posto di OSX all’avvio della macchina. Per far questo devi seguire una procedura che si fa con BootCamp e che in questo sito è indicata molto bene. Per quanto riguarda VMware, si tratta di un programma che permette di far girare Windows in finestra dentro OSX (o anche a tuttos chermo). L’unico problema è che in tal modo – a differenza di partire direttamente con Windows – il sistema gira in emulazione, o comunque sia condividendo le stesse risorse fisiche del MAC che ospita Windows. Per questo i tuoi 2 GB sono pochini. Meglio partire con 4 GB in modo che 2 li lasci a Windows e 2 li lasci al MAC.

  48. La prima parte dei post è stata molto interessante, la seconda un po’ meno. Grazie comunque a tutti per i vostri suggerimenti. Io uso Windows da sempre (sono uno sviluppatore Microsoft) pur conoscendo molto bene le piattaforme Unix-based (e non solo quelle). Sto meditando di fare il passaggio PC-Mac (Mac Book Pro 17″). Devo dire che in tantissimi video (direi la maggioranza) che parlano di programmazione su piattaforma Windows mi sono trovato davanti il classico programmatore americano con il suo bel Mac in primo piano. Ho così pensato: ma sta gente, che scrive programmi per Windows tutto il giorno, avrà ben valutato la piattaforma Mac. Così ho approfondito l’argomento scoprendo come Mac funzioni benissimo con Parallels Desktop (versione 4) che a detta di molti è meglio di VMware. La gran parte dei programmatori Windows usa Visual Studio e altri strumenti proprio in questo modo. In pochi istanti (tempi di trasferimento permettendo) il notebook Windows diventa una macchina virtuale in Parallels con ottime prestazioni (tra l’altro NON in emulazione bensì in virtualizzazione). In generale, oltre a questo aspetto specifico di Windows, mi piaceva proprio l’idea di poter disporre di diverse macchine virtuali per creare ambienti di test eterogenei (cosa che già faccio in Windows con Virtual PC 2007 ma con prestazioni ridicole).

    Quindi, concludendo, sto quasi per confermare l’ordine per qualche migliaio di euro (sì perché a questo punto ci ho schiaffato dentro di tutto). Qualcuno ha il consiglio dell’ultimo minuto da darmi (della serie “parli ora o taccia per sempre”)?

    Ciao e grazie a tutti.

  49. Ma guarda, i Mac sono delle buone macchine. Performanti, semplici da usare e molto molto stabili. Rispetto a Windows sono ad una spanna avanti. Un OS X non ti butta a terra la macchina solo perchè un programma è andato in crash. Windows invece lo fa. Quindi se compri un Mac non sbagli di sicuro. La cosa però che mi chiedo è: SE DEVI PROGRAMMARE PER WINDOWS A CHE TI SERVE UN MAC?? Lascia perdere il fatto di vedere gli sviluppatori che hanno un Mac perchè è come la storiella di vedere un Mac in ogni film e telefilm americano…credi che lo usino perchè è di fondamentale importanza, o perchè la Apple paga per farsi pubblicità? A mio parere non ha senso comprare un Mac per poi istallare Parallel e lavorare con Windows..!! Non ti pare un’assurdità? Allora ti dico: se l’aquisto di un Mac è in previsione per un passaggio graduale ma totale su questa piattaforma allora ti do un bel 10! Se il passaggio al Mac è per avere un Mac e fare il fighetto, come qualche idiota ottuso che trovi sulla rete, e poi utilizzarlo con Windows, allora ti do un bel 5! E poi considera che non costano poco quindi fai che la tua spesa sia in direzione di un obiettivo ben preciso. Ripeto: avere un Mac per poi non utilizzarlo da Mac è fondamentalmente inutile. Questa è la mia opinione da Windows-user passato a Mac senza molta euforia (sto infatti ancora trovando un metodo per programmare in ASP…). Ciao

  50. ciao tom…volevo chiederti pensavo di prendermi un macbook pro da 13″ con 2 gb di ram e 160gb di hd…per lavoro(commercialista)mi servono un paio di programmi compatibili solo con windows secondo te mi conviene prendere il mac e metterci windows con bootcamp o mi occuperebbe troppo spazio e megari peggiorerebbero le prestazioni quindi mi consiglieresti di lasciar perdere??il macbook lo utilizzerei comunque anche per diletto quindi non lo sacrificherei utilizzando sempre e solo windows che se no non avrebbe senso…grazie

  51. @carlo: se non hai alternative ed i programmi non sono troppo pesanti potresti anche usare Parallels per avere Windows a portata di mano, ci metteresti meno e non dovresti riavviare ogni volta. Io in genere lo preferisco a Boot Camp.

  52. scusa tom volevo kiederti…..ma service pack2 nn è un aggiornamento che si fa dopo aver installato xp????cioè…io devo installare windows sp2 su mac ma se sp2 è un aggiornamento??!!! cm fcc aiutami x favore!!!!!!!!!nn so come muovermi!!!!!!!

  53. @riccardino: il SP2 può essere installato come aggiornamento, ma esistono anche delle versioni di XP che sul cd di installazione hanno già compreso il service pack. Boot Camp in particolare per installare Windows ha bisogno del cd con il SP2.

  54. grz mille tom 6 stato di grande aiuto…..ma ora devo kiederti 2 cose:
    1°= come faccio a sapere se sp2 è incluso nel cd di xp????? c’è scritto da qualke parte??
    2°= vmn ware fusion 2 o paralells desktop sn programmi di virtualizzazione vero????dove pss simulare windows ecc…….quinndi nn serve il cd?????? o no?????

  55. ciao tom…forse qst domanda sembrerà 1 pò stupida però….allora volevo chiederti..ma con un macbook si può togliere la batteria e grazie all’alimentatore lavorare con la corrente elettrica???
    grazie in anticipo

  56. Il nuovo MacBook ha la batteria integrata e quindi non puoi toglierla, con quelli vecchi invece era possibile.
    Ma perché togliere la batteria?

    ciao

  57. Preso da questa grande moda del Mac, anch’io ho deciso di pagare un macbook 1500 euro (quasi il doppio di un bel pc winzoz!), e devo dire che la mac mi ha fregato ben bene, tanto che ora lo sto vendendo, dopo solo un anno di utilizzo! In quest’anno ritengo di averci smanettato abbastanza per dichiarare che MAC è almeno 4/5 generazioni indietro rispetto a Win. L’unico pro è che non devi avere antivirus e sicuramente lo star è velocissimo. Per il resto non vale nulla, i programmi Adobe (mac tanto rinomato per la grafica…) sono identici. Peccato che i software per l’editing video siano penosi, l’archiviazioen delle foto, non parliamone… Ogni 6 mesi esce un nuovo sistema operativo che sei obbligato ad acquistare se vuoi far girare le ultime versioni dei programmi, programmi ceh sono instabili come sul pc quando li metti veramente sotto stress… Certo per navigare in internet la grafica del MAC è proprio bella…peccato che mi pendevo un ASUS 10′ con 300 euro e navigavo in internet alla grande comq….

  58. …ma che Mac hai comprato??? Ma sei sicuro che sia un Mac originale e non una roba cinese?? :) Scherzo, dai. Può capitare di essere delusi un pò (vedi i miei precedenti interventi) ma dire che non vale nulla mi sembra davvero esagerato. E’ vero, i Mac attuali sono identici ai pc perchè montano lo stesso hardware, quindi non c’è più il gap che esisteva tra i processori dei pc e quelli dei Mac che erano RISC (molto più veloci!), ma è al momento il sistema operativo che fa la differenza. Non è vero che i programmi sono instabili. Può capitare che un programma faccia le bizze. Ma quando lo fa in Windows si tira pure il sistema giù e devi riavvire, su Mac una cosa del genere non accade. Io lo uso da un anno buono e non mi è mai accaduto di riavviare la macchina. I programmi Adobe sono identici a quelli Win, ma non capisco dove sia il problema. L’archiviazione delle foto è penosa. A me non mi sembra, ma se lo vuoi paragonare a Windows allora ti dico che Windows non ha manco quello di programma. E nulla toglie che puoi scaricarti sul Mac il programma di foto che più ti piace, a parte ovviamente. Ogni mese circa esce un aggiornamento del sistema operativo, ma non esce un nuovo sistema operativo! Ti sbagli. Ti devo dar ragione però sul prezzo: i Mac costano purtroppo tanto. E’ l’unica cosa di veramente negativo che posso trovare sui Mac. Windows è un bel sistema operativo perchè ti permette di fare cose che un Mac difficilmente ti fa fare (parlo di smanettomani ovviamente) ma ha molte gatte da pelare e se non si vuole avere problemi è meglio farsi un Mac. Sembra che con Windows 7 le cose siano cambiate perchè da più parti ascolto di un sistema operativo veloce e affidabile. Vedremo. Al momento la mia scelta è Mac ma se il nuovo Windows 7 promette quello che dice, io posso farci anche un pensierino. O Mac o Windows l’importante è avere pochi problemi e lavorari sereni. Ti consiglio prima di venderlo di lavoraci ancora sul tuo Mac perchè secondo me è una gran bella macchina. Se poi non ti piace va bene..ma provaci ancora perchè molti di noi, dei nostri Mac siamo molto soddisfatti.

  59. eheheheh caro Giovanni penso proprio di essere nella tua stessa fase di qualche post sopra! Chissà se anch’io riuscirò a ricredermi!
    Per ora posso solo dire che se su un MAC c’è la possibilità e la necessità di installare Windows (e non viceversa) significa inevitabilmente che il MAc non è completo.Da parte mia sono troppo uno “smanettone” e il mac per me non va! Di fatto sono però un utente consumer, quindi un computer lo uso principalmente per qualche documento di testo (e anceh qui MacOffice è inferiore) e poi mi diverto a montare foto e filmini delle vacanze!ed è proprio qui che non va, il mio Macbook è una prima versione e quindi non ha la porta wirefire (quindi addio collegamenti alla telecamera) e nemmeno il lettore schede SD. Io questa la definisco una mancanza importante, dato anceh sempre il prezzo. Come già detto sono un consumer, non riesco proprio a mettermi ad imparare il FINAL CUT che utilizzano ad Holliwood, mi devo accontentare di un semplice Ilife09. Tanto per iniziare, solo la versione 9 permette di inserie i capitoli nei dvd (9 versioni prima di riuscirci?Un programma come PINNACLE STUDIO 1 del 1999 lo permetteva già!!!!). Ilife molto semplice da usare, ma limitatissimo, non si può personalizzare minimamente il prodotto finale. Per di più non tutte le estensioni sono supportate (anczi direi che puoi usare solo AVI o quicktime). Un progetto Ilife non può essere importato in Final Cut….tutto ciò è imbarazzante dato che la pubblicità GET A MAC sponsorizza proprio il fatto che con un mac si possono fare video, foto, musica…Di tutte queste suite trovo di gran lunga migliore Window Movie Maker!!!!(il programma base e gratuito, un pò come Paint per i disegni!!!)Poi non capisco nememno perchè per vedere con “anteprima” le foto che ho in una cartella le devo priam selezionare tutte!Non è più semplice fare windows?Anche qui immagino che debba procurarmi un programma da decina di MB e shareware da installare per arrivare, si spera, allo stesso risultato….Nel caso aveste suggeriemnto a proposito sarò lieto di metterli in atto, anche se su quella che ritengo inferiorità MAC ne avrei tanto da dire…

  60. @CoCo: per scrivere documenti di testo Office versione Mac è un incubo, Word ed affini crashano spesso, io mi trovo bene con Pages e gli altri software della suite iWork (tra parentesi… Keynote è 10 volte meglio di Powerpoint).

    La cosa più difficile da fare, passando da Windows ad un Mac, è smettere di pensare di poter fare le cose allo stesso modo: si può fare tutto, e spesso in maniera molto più semplice. Il difficile è proprio cambiare mentalità, paradossalmente sono facilitati gli utenti alle prime armi che non hanno mai visto Windows. Ad esempio per rispondere alla tua domanda… l’anteprima di un’immagine la ottieni premendo la barra spaziatrice, e con le frecce puoi scorrere tutte le altre.

  61. Guarda, tutte le tue perplessità le ho avute anch’io all’inizio e devo dirti che alcune cose non le digerisco ancora ora – poche ma ci sono ancora. Questo perchè anch’io provengo da Windows e a volte mi aspetto che si comporti come un Windows quando in mano ho invece un Mac. Secondo me il passaggio da Windows a Mac è un tantino traumatico per le stesse cose che dice Tom. Cioè, è più facile entrare nel mondo Mac da ignorante che farlo da smanettomane di Windows. Perchè? Perchè ti aspetti che un Mac si comporti come Windows, ma così prendi solo delusioni perchè lui ha un’altra filosofia di lavoro. Non ho tempo stasera di darti indicazioni, ma vedrai che con i giusti consigli utilizzerai il tuo Mac e forse ci ripenserai nel venderlo…oppure lo venderai ma per prendere un Mac più potente!

  62. @CoCo: prima di tutto scusa… ma hai pagato un MacBook 1500€ ??? Scusa sei sicuro??? Hai detto che lo hai preso un anno fa e un anno fa costavano 990 €! Con 1500€ ti prendevi un MacBooh Pro!

    Tom ti ha già ben risposto su Office (chi io sconsiglio su Mac… e anche su pc :-) )per il resto, già iLife05 inseriva i capitoli nei dvd. Perchè importare un progetto iLife in FC? Se hai FC fai tutto con FC . comunque è come per le foto, non dipende dalla macchina ma dall’occhio. Se sei bravo basta anche solo iMovie per fare un capolavoro.
    Credo che tu stia usando il Mac come usi un pc e per questo ti crei problemi dove non ci sono.

    ps: prova a fare una ricerca su internet per template e filtri di iMovie, vedrai quanto puoi personalizzare i tuoi filmati in pochi secondi.

    ciao

  63. Ciao Piggi,
    questo blog “Passaggio a Mac” è iniziato il 9 luglio 2007 e in questi 3 anni molti hanno deciso per lo switch. Molti si sono trovati bene, qualcuno no… se guardiamo i soli numeri la percentuale è sempre in aumento. Nei soli primi 3 mesi del 2010 sono stati venduti quasi 3 milioni di Mac, con un aumento del 33% rispetto lo scorso anno. I numeri sembrano dare ragione a chi usa Mac.
    Ma se oltre alla logica dei numeri guardiamo anche la ragione e pensiamo niente virus, formattazioni, blocchi del sistema, sistema utente più semplice e razionale, programmi che interagiscono tra di loro e con i device come iPhone, iPod, iPad, allora la scelta di cambiare e passare a Mac è la sola che abbia senso.
    Poi, dopo che lo hai usato, ti prende anche la passione e allora non lo lasci più!
    ciao

  64. Salve volevo solo dire alcune cose, io tutti questi problemi che voi dite che windows è afflitto io non li vedo, ameno che mi dite che i problemi sono causati dall’utente. Io sono tecnico informatico riparo sistemo pc dalla mattina alla sera, e devo dire che aziende ove non c’è un sistema centralizzato di gestione(dominio) vero i pc hanno problemi ma la maggior parte delle volte è colpa dell’utente che lo usa per il restante è l’hw che salta. quindi se togliamo di mezzo gli utenti cioè limitiamo quello che possono fare a livello di settaggi come windfows 7 ove solo per cambiare indirizzo ip alle sk rete bisogna entrare in 8 sotto menu i problemi non sussistono, e se montassero tutti hw di qualità manco problemi hw con pagine blu. io parto da 3.11 fino ad arrivare a win 7, li ho usati tutti e devo dire che utilizzandoli non da utonto non mi si è mai bloccato aparte causa di ram difettosa cambiata tutto risolto, quindi non si può dire mac win peggio, winzoz ecc. provate voi a costruire un so che sia compatibile con tuti i pc (intendo hw) che ci sono in commercio, ovvio che qualche volta capita che ci sia incompatibilità hw e siu verifichino blocchi bs ecc. ma fatevi un come dico io spendendo gli stessi soldi che si spendono per un mac pro poi voglio vedere se si pianta il problema però è che la maggior parte degli utenti max per pc vuol spendere 400 500 e allora che si vuol pretendere.
    p.s. io ho un pc che costa come un mac siamo sui 1800 euro, e ho anche imac, più che altro per provarlo e imparare a “fare il tecnico anche in mondo mac” ma vi posso dire che se utilizzate hw di ottima qualità, e di fascia alta il pc in velocità non ha nulla da invidiare a un mac.
    apertura firefox su mac 4 5 secondi apertura firefox su win 4 5 secondi appaena avviati, gia avviati su entrambi è quasi istantanea.
    poi gniente da dire su qualità mac anzi io adoro il design mac e la qualità del display. ma non mi dite meglio mac perchè non ha senso, come paragonare ferrari e lamnborghini due macchine diverse che fanno la stessa cosa.

  65. p.p.s. scusate l’italiano non coretto di alcune frasi e la mancanza di punteggiatura in alcuni casi.

  66. Mio dio, dopo aver letto tutto ciò io non so più cosa fare. Volevo entrare anch’io nel mondo Mac ma dopo tanta pratica Windows son certa che crederò di essere ancora in windows e conoscendo il mio carattere impaziente impazzirò di nervi e io ci lavoro tantissimo, ho un web magazine che deve uscire puntuale ogni mese, ed è già una faticaccia col pc immagino con un nuovo modo di operare, ma più che altro non ho tempo per capirlo come diceva Giovanni all’inizio, i miei tempi sono strettissimi…cosa faccio ora? sono molto affascinata dalla nuova tecnologia ma non posso permettermi tempo ahimè…sarò costretta a riparare al solito pc :(

  67. PRima di CASCARCI provatene uno. SI ok niente antivirus spyware ecc ecc ed è una cosa fighissima ma poi? se cancelli qualcosa di scaricato da itunes regolarmente comprato non puoi riscaricarlo nell’aiuto sul sito apple è tutto riferito a vecchie versioni di qualunque software, cerco un programmino simile a paint di Win7 ma NON esiste e non esiste in meglio!!!! ci vogliono gli occhiali per leggere i caratteri mignon, le finestre si aprono sempre formato francobollo, parliamo dei mouse apple? altri 50 euri buttati. 4 giga di ram che vengono risucchiati con qualche app aperta, app gratis per mac? ahahah se vuoi una app apri il portafogli amico. Taglia incolla e qualsiasi altra cosa che dai per scontata dovrai imparare a fare una combinazioni di tasti gesti e vocalizzi… potrei continuare ma sono troppo deluso e incaz! PS. ho un macbook air comprato dicembre 2013.

    VIVA win7!

  68. @ Fagiano:
    se compri qualcosa da iTunes ti rimane nella cartella acquisti. Per scaricare gli acquisti effettuati su un Mac con iTunes 10.7 o precedenti , questo deve essere autorizzato per l’ID Apple utilizzato per gli acquisti originali.
    Per iTunes 11 o successivi apri iTunes. Se non hai ancora effettuato l’accesso, scegli Store > Accedi e inserisci l’ID Apple e la password, fai clic sul pulsante Libreria nell’angolo in alto a destra per passare alla tua libreria. Verifica che nelle preferenze iTunes sia attivata l’opzione “Mostra acquisti iTunes nella nuvola” nel pannello Store da iTunes > Preferenze e di aver fatto clic su OK. Nella libreria iTunes fai clic sul tipo di contenuto che desideri scaricare utilizzando il selettore di contenuti in alto a sinistra. Scegli Musica per scaricare i brani musicali, Film per scaricare i film e così via.

    Un programma simile a Paint7? Ce ne sono di migliori gratis: Gimp, Graphic Converter… basta fare una piccola ricerca su Google se sei pigro! Il mouse Apple, non ho trovato ancora un mouse migliore del Mouse Wireless Apple!
    Beato te che hai 4Gb, il NoteBook HP con 8Gb non apre neanche Paint per non parlare che ogni volta devo disattivare le Norton e aspettare che finisca di controllare ogni aggiornamento, che per eseguire un .exe devo riavviare win7!
    No, grazie, per lavorare meglio Mac!

    PS: se i caratteri ti sembrano piccoli, vai nel menù vista e scegli la grandezza oppure basta fare CMD + ;-)

  69. Per iTunes ora è anche più semplice! Apple ha inserito la voce “Acquistati” anche per la musica dell’iTunes Store. Dopo aver effettuato il login è possibile premere sull’etichetta posta sulla destra della home e si potrà vedere l’elenco di tutti i brani acquistati e scaricare, premendo sull’iconcina della nuvola, il brano comprato in passato ma non presente nella libreria di iTunes.
    Cosa non possibile invece si Amazon!
    ciao

  70. Lasciate perdere, è un’anno che sono passato al mac e non ci si capisce un ca**o.
    Non è complesso, è impossibile.