Sondaggio sulla situazione del Web Design in italia

StatisticheSegnalo un interessante sondaggio di IWD sulla situazione del web design italiano.

L’importanza di questo sondaggio sarà direttamente proporzionale al numero di partecipanti, quindi se lavorate in questo ambito vi invito a dire la vostra.

Al momento risulta che il web designer medio in Italia guadagna poco (meno di 30.000 euro annue, spesso molto meno aggiungo io), ha 20-30 anni ed ha imparato la professione da solo. Quasi ovvio.. vista la mancanza di innovazione delle nostre scuole.

Per quanto mi riguarda ho avuto un dubbio sulla categoria in cui classificarmi, visto che mi occupo anche di accessibilità: dove inserirmi? Alla fine ho deciso per il classico ruolo del web designer.

E voi cosa pensate della situazione italiana del web design? Quali sono le difficoltà ed i problemi maggiori?

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

6 commenti su “Sondaggio sulla situazione del Web Design in italia”

  1. Grazie per il trackback, Tom. Ne stanno uscendo cose davvero interessanti. Analizzando per quanto possibile i log del sondaggio posso fare anche dei raffronti fra età, retribuzione e professione…vedremo!

  2. Ciao Tom, anche io mi occupo di accessibilità, però, come l’usabilità, sta diventando sempre più un “must” per noi che ci occupiamo di web design non credi?
    D’altronde, non è accessibilità scegliere con cura i colori, sistemare gli elementi in modo corretto..ecc? :)

  3. @Laura: prego, figurati!

    @Marco: Ciao, mi trovi completamente d’accordo, sono convinto che un sito ben fatto non possa prescindere da determinati requisiti.
    In ogni caso non bisogna commettere l’errore di considerare l’accessibilità in maniera riduttiva: va bene preoccuparsi del contrasto dei colori e della validità del codice, ma ci sono molti altri parametri che raramente vengono considerati. Basti pensare a quanti siano i siti facilmente accessibili con uno screen reader, navigabili da tastiera senza problemi, o leggibili con immagini e javascript disabilitati.. una ristretta minoranza.
    Non tutti sono interessati a questo aspetto, ma se ne dovrebbe tenere conto.

  4. Come darti torto :)

    Io ho detto quelli li, che sono più da “designer” puro.

    Senza mai scordare che anche lo scrivere i testi in una certa maniera contribuisce all’accessibilità :)

    Una materia molto vasta, senza dubbio =)

  5. Ma esistono i web designer puri??? Dalla mia esperienza alla fine si finisce per fare di tutto, DBA, architetto, web designer, analista… tutto ed ovviamente mai con la giusta specializzazione… comunque credo che il Web Design in Italia sia ad un buon livello… forse un pò troppo poco Web 2.0 oriented… ma chi dice che sia un difetto :->

    Un saluto a TUTTI