Strumenti per analisi e statistiche di un sito web

Per chi gestisce un sito internet è fondamentale avere uno strumento che consenta di analizzare le visite ricevute con le relative statistiche. Questo aspetto spesso viene sottovalutato, pensando che sia sufficiente avere un banale contatore degli accessi e niente altro, ma non è affatto così.

In questo articolo voglio indicare diversi servizi presenti sulla rete, quasi tutti gratuiti: Google Analytics, Performancing Metrics, Shinystat e Mint, l’unico della lista a pagamento.

Tramite questi strumenti è possibile avere un analisi completa del traffico, che può consentire di migliorarsi comprendendo gli errori e soprattutto scoprire come arrivano i visitatori sul proprio sito, cosa cercano, e se la loro esigenza viene soddisfatta. Ovviamente c’è sempre un minimo margine di errore, ma analizzando tutti i dati a disposizione il quadro spesso è più che sufficiente.

Ma iniziamo con ordine:

Google Analytics

Il servizio di statistiche fornito da Google è uno dei più avanzati, e soprattutto è gratuito. Le possibilità sono veramente infinite, ed oltre a conoscere una serie di dati comuni come il numero di visite, di pagine viste, l’hardware ed il browser posseduto dai visitatori, fornisce strumenti per vere e proprie campagne di marketing.

Infatti è possibile monitorare anche i cosiddetti goal, degli obiettivi che vogliamo far raggiungere ai nostri visitatori, come potrebbe essere l’acquisto di un oggetto per un sito di e-commerce.

Oltre a questo ci sono tutti i dati relativi al marketing, come la provenienza in relazione al sito di origine ed ai motori di ricerca con relative keywords.

Le possibilità sono innumerevoli ed elencarle tutte sarebbe inutile, basti sapere che è il servizio gratuito più completo che ho trovato. L’unico lato negativo è che l’iscrizione non è immediata, ma regolata da una coda per ottenere l’invito: necessario quindi armarsi di pazienza dopo aver fatto la richiesta. Io ho dovuto attendere circa un mese e mezzo, ma non è un dato indicativo perchè conosco persone che hanno aspettato molto meno. Al momento dell’iscrizione vi sarà fornita una stringa Javascript da inserire sulle pagine dei siti che volete monitorare.

Performancing Metrics

Ho scoperto questo servizio per caso e ne sono rimasto piacevolmente sorpreso. Performancing è un sito che offre diversi servizi per bloggers, Metrics è il nome che hanno dato al loro strumento destinato alle statistiche.

Le opzioni sono molte, ed i dati che si possono ottenere sono divisi tra quelli relativi alle visite generiche, ai visitatori che tornano sul vostro sito, e al marketing. Le tipologie di dati sono simili a quelle di Google Analytics, anche se minori, ma se non avete grandissime esigenze lo strumento è ottimo.

Anche in questo caso sono presenti alcuni dati relativi ai guadagni provenienti dal sito, come ad esempio da un account Google Adsense.

Per iniziare ad ottenere i dati, dovrete aggiungere del codice Javascript alle vostre pagine.

Shinystat

Shinystat è il servizio con meno opzioni tra quelli elencati, che però mi sento di segnalare visto che l’ho usato per lungo tempo. Fornisce dati su pagine viste, visitatori, browser e sistema operativo, oltre alle indicazioni su referrers e siti di provenienza.

Le limitazioni riguardano la presenza obbligatoria di un contatore visibile in ogni pagina che volete monitorare, e l’impossibilità di utilizzare il servizio su siti commerciali.

Mint

Mint è l’unico servizio a pagamento tra quelli elencati, ma lo nomino per tutti coloro che vogliono investire 30$ nel loro sito per avere uno strumento assolutamente professionale.

La schermata principale si suddivide in quattro pannelli, destinati a monitorare visite, referrers, pagine e provenienze dai motori di ricerca.

Per farvi un’idea più chiara è possibile provare una demo del servizio, che oltre ad essere ben realizzato è anche bello da vedere, con un’adattabilità alla risoluzione che vi lascerà senza parole.. provate a ridimensionare la pagina della demo e vedrete!

Anche in questo caso c’è del codice Javascript da aggiungere alle pagine. Certo è da considerare la spesa, ma potrebbe essere un investimento per il futuro del vostro sito.

Questo è tutto, se conoscete altri servizi simili non esitate a parlarne nei commenti, in ogni caso con gli strumenti citati si possono già ottenere statistiche più che soddisfacenti. A voi la scelta!

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.

3 commenti su “Strumenti per analisi e statistiche di un sito web”

  1. ciao tom,
    mi permetto di segnalare phpMyVisites, free e opensource. E’ un prodotto francese, scritto ovviamente in php, lo uso su diversi siti e ne sono molto soddisfatto. Una caratteristica che mi ha conquistato è la possibilità di identificare le singole pagine, e di organizzarle gerarchicamente nelle statistiche in maniera automatica. http://www.phpmyvisites.net/

    * tato tafkal *

  2. Grazie per la segnalazione! Ho scoperto alcuni servizi nuovi o presunti tali, non appena saranno abbastanza scriverò un nuovo articolo a riguardo.

  3. sono ore che cerco su internet informazioni che possano aiutarmi a capire come sistemare il mio sito, ma onestamente non ci stò capendo molto, e credo che passati altri 15 minuti probabilmente mi rivolgerò ad un professionista!!!