Ecco la tv su internet, Joost apre a tutti


Ci siamo, dopo un lungo periodo di beta testing, Joost ha finalmente aperto le sue porte.

Cos’è Joost? E’ un software (disponibile per Windows e Mac) funzionante tramite protocollo p2p che consente di guardare numerosi canali televisivi on-demand, cioè scegliendo i programmi da una lista e facendoli iniziale quando si desidera. La maggior parte dei contenuti è in inglese, ma sono in continuo aumento ed esistono anche alcune trasmissioni localizzate in italiano.

La notizia di oggi è l’apertura a tutti, dopo un lungo periodo di beta privata. Dal sito ufficiale potete scaricare direttamente il software e registrarvi senza problemi, non ci sono più limitazioni.

La mia impressione è che Joost a questo punto sia veramente un passo avanti rispetto alla concorrenza. C’è Babelgum, un software analogo che era partito in maniera promettente, ma è sempre rimasto ad inseguire.

Altra risorsa interessante sembra essere WiTV, ma dopo tutta l’esperienza accumulata da Joost in questo tempo, non sarà troppo tardi per cercare di emergere? Tra l’altro WiTV non ha ancora una beta aperta al pubblico.

Se volete sapere qualcosa di più su Joost, potete leggere la recensione che avevo scritto tempo fa ricordando che gli inviti ormai non servono più.

Buona visione!

WiTV, la TV online sul tuo browser

WiTVIl ritorno dalla pausa estiva inizia subito con un’ottima novità: la nascita di una TV online che si propone come avversaria di Joost e Babelgum.

WiTV, questo è il suo nome, è un progetto tutto italiano della CrossCast Systems che sta attirando l’interesse di molti siti specializzati, come WebTvWire. Tutto è ancora in fase di sviluppo, ed al momento non c’è nessuna beta aperta al pubblico, ma qualche importante dettaglio è già stato reso noto.

Questa nuova TV sarà completamente web-based, quindi non ci sarà alcun software da installare come succede nel caso dei suoi rivali. E’ interamente realizzata in Flash, permetterà di commentare i contenuti, chattare con gli altri utenti ed avere anche sottotitoli in diverse lingue. Tra le altre cose, sarà compatibile anche con Apple Tv.

La differenza sostanziale con Joost riguarda il protocollo usato, infatti i video non saranno trasmessi tramite p2p. Questo potrebbe essere un limite, dipende da come sarà gestito dai suoi realizzatori.

In attesa di saperne di più, ecco una tabella comparativa tra WiTV e Joost; si notano alcuni importanti punti a favore della prima, come il supporto per i sottotitoli e soprattutto per i dispositivi mobili:

WiTV vs. Joost