KnowCamp 2011

Il resoconto della giornata di sabato al KnowCamp con annesso WordCamp 2011: un appuntamento interessante.

Oggi sono stato a Modena per il KnowCamp: un barcamp che avevo presentato pochi giorni fa e che si sta svolgendo durante tutto questo weekend. I complimenti agli organizzatori sono d’obbligo, perché sono riusciti a preparare l’evento in maniera molto curata, con due sale fantastiche e capienti, streaming dell’evento dalla sala principale e diretta Twitter (#kc2011).

Non capita tutti i giorni di avere degli eventi gratuiti così, ed il KnowCamp si è rivelato sicuramente all’altezza di altri convegni organizzati in città più grandi. Anzi, avrebbe meritato una partecipazione ancora maggiore: sono tornato a casa veramente soddisfatto.

Continua a leggere KnowCamp 2011 »

KnowCamp e WordCamp 2011 a Modena

Il 19 Marzo 2011 si terrà a Modena un nuovo barcamp dedicato a Wordpress, all’interno del KnowCamp.

Da venerdì 18 a domenica 20 Marzo si terrà a Modena il Knowcamp, evento che viene così descritto dagli organizzatori:

Il KnowCamp è un evento no-profit che si pone come obiettivo quello di offrire un’opportunità di condivisione di esperienze ed opinioni attorno a tematiche di forte attualità: il Sapere ed il Web. Sapere inteso come conoscenza ed informazione, da ricercare con motivazione ed apertura e da elaborare con senso critico. Per farne opinioni, idee, proposte da diffondere e condividere. In questo processo il Web si rivela strumento ideale: luogo libero ed aperto a ogni prospettiva, in cui ogni voce trova spazio ed eco.

Continua a leggere KnowCamp e WordCamp 2011 a Modena »

WordCamp Catania: il resoconto

Riflessioni sul WordCamp catanese del 18 giugno 2010, tra Wordpress 3.0 e nuovi incontri.

Il 18 giugno scorso ho partecipato al primo WordCamp italiano lontano da Milano: era la prima volta che veniva organizzato un barcamp su WordPress nel sud Italia, e mi ha fatto molto piacere poter essere presente a Catania.

Dopo essere stato presente alle edizioni milanesi del 2008 e del 2009, i confronti vengono quasi spontanei, e devo ammettere che sono rimasto molto contento dell’evento organizzato da Roberto Chibbaro. Era una bella occasione per coinvolgere delle realtà che molto spesso vengono colpevolmente dimenticate, e poter assistere a degli interventi interessanti mi ha permesso di fare diverse conoscenze utili.

Proprio sulle differenze di mentalità ha scritto un post interessante Luca, che è riuscito a dipingere un quadro molto verosimile, confrontando i diversi scenari che ci si possono parare davanti partecipando agli eventi di networking tra Londra, Roma e Catania. Quella della Sicilia è una realtà viva, che ha voglia di mettersi in mostra ed è capace di presentare delle idee interessanti, ma incontra difficoltà nel metterle in pratica. Parlare poi di soldi e finanziamenti per delle idee è quasi un’utopia: difficile trovare qualcuno disposto ad investire.

Nonostante tutto però c’è chi ha ancora voglia di emergere, e per questo non posso che fare i complimenti a chi continua ad insistere cercando una via per mettersi in mostra, come i ragazzi di Your Inspiration Web. I loro talk sono stati interessanti, così come è stato molto discusso l’intervento di Francesco “Fullo” Fullone, che ha esaminato WordPress sconsigliandone l’utilizzo in casi estremi, dove altri CMS si comporterebbero meglio.

Ho cercato di dare anche io il mio contributo, con un breve speech riguardante la mia esperienza con GdR Players. E’ stato utile discutere insieme ai presenti dell’utilizzo di WordPress per una community ridotta ai minimi termini, considerando anche ipotesi alternative come BuddyPress o le novità della versione 3.0. Mi ha fatto piacere ricevere pareri, suggerimenti e proposte interessanti, segno che la semplicità di WordPress continua ad attirare ed incuriosire, anche dopo gli ultimi aggiornamenti.

Se volete avere un quadro ancora più completo dell’evento, in rete potete trovare:

Le slide della mia presentazione, dal titolo WordPress per una community?”, sono le seguenti. Vederle fuori dal contesto non è ovviamente l’ideale, ma potete farvi comunque un’idea del contenuto:

L’appuntamento è per il WordCamp 2011: se avete proposte, suggerimenti, oppure eravate presenti e volete aggiungere qualcosa, i commenti sono a vostra disposizione.

Un ultimo ringraziamento va a Roberto ed a Giovanni, che con i loro consigli mi hanno regalato una fantastica settimana di vacanza in giro per la Sicilia.

WordCamp 2010: Milano e Catania

Due appuntamenti italiani dedicati a Wordpress: è arrivato anche il WordCamp Catania.

Anche quest’anno non manca l’appuntamento con il WordCamp italiano, barCamp dedicato a WordPress. Le novità questa volta sono importanti, perché oltre al tradizionale incontro a Milano (21-22 Maggio 2010), ci sarà anche un WordCamp a Catania il 18 Giugno.

Al momento gli interventi proposti sono diversi, ed il numero dei partecipanti continua a crescere. Potete trovare tutte le informazioni sui siti dedicati:

Io sarò presente a Catania, approfittando dell’occasione per godermi un po’ di vacanze in Sicilia nei giorni successivi all’evento. Non so ancora se parteciperò con un intervento (potrei raccontare qualcosa su GdR Players…), ma sarà comunque una bella opportunità per conoscere altre persone interessate all’argomento.

Se siete interessati a partecipare, registratevi sul sito del WordCamp che vi interessa. Ci vediamo a Catania!

WordCamp 2009: il resoconto

La cronaca del secondo BarCamp italiano dedicato a Wordpress.

WordCamp 2009Sono appena rientrato dal secondo WordCamp italiano, che  anche quest’anno si è rivelato un bell’evento. Un ospite importante, alcuni bei talk, ma soprattutto in questi incontri il vero valore aggiunto è rappresentato dalle conoscenze che si fanno: essere a contatto diretto con altri blogger e lavoratori del settore è un ottimo modo per approfondire i rapporti, e socializzare molto più facilmente che da dietro ad uno schermo.

Parlando di WordPress, la presenza più importante di questo BarCamp era senza dubbio quella di Andy Peatling, l’autore di BuddyPress. Si tratta di una vera e propria suite di plugin e temi che permettono di trasformare una qualsiasi installazione di WordPress MU in una community, con tutte le sue funzioni più importanti. Profili estesi degli utenti, messaggi diretti, amicizie, gruppi, forum: tutto ciò può essere implementato senza troppe difficoltà, con molta più libertà di gestione rispetto ad altri sistemi (ad esempio appoggiandosi a piattaforme esterne come Ning).

Vista la natura del progetto, è logico che sia una suite dedicata a WordPress MU piuttosto che ad una singola installazione di WordPress, ma lo stesso Wolly (che ringrazio ancora per aver organizzato il WordCamp) mi ha confermato che con qualche hack non è impossibile adattare BuddyPress anche ad un ambito più ristretto.

Per il resto, devo riconoscere che tra i talk in programma nella giornata di Sabato (il Venerdì non ero presente), avrei apprezzato qualche approfondimento tecnico in più su WordPress. Da questo punto di vista mi era piaciuto di più il WordCamp 2008: erano numerose le presentazioni sull’ottimizzazione della piattaforma e su come sfruttarla al meglio. Si è parlato di OpenOffice e della sua integrazione con WordPress, dell’esperienza della Fiat su internet, del manifesto di Marco Massarotto per le aziende che vogliono affacciarsi in rete, ma ho sentito comunque la mancanza di qualcosa.

Trovate alcune foto dell’evento sul mio account Flickr, nel set dedicato. Mi ha fatto molto piacere rivedere Tambu e conoscere Francesco Gavello, che ha confermato tutte le buone impressioni che avevo avuto su di lui e sono sicuro continuerà a far parlare di sè con il suo blog. Interessanti anche i discorsi fatti con Julius su BlogMagazine, che partito da zero sta avendo sempre più riconoscimenti: io stesso ero scettico sulle possibilità dell’iniziativa, ma vi consiglio di tenere d’occhio quello che succederà nei prossimi mesi, potreste rimanere sorpresi. Un applauso anche a Luca Sartoni per la bella presentazione (“WFT? Non funziona!”).

A questo punto il prossimo anno non avete scuse: se questo resoconto vi ha incuriosito, vi sarebbe sicuramente piaciuto essere presenti. Per il futuro sarà interessante vedere se si riusciranno ad organizzare WordCamp locali nelle varie città italiane, come auspicato anche dagli organizzatori. Sarebbe una bella occasione per coinvolgere tutte coloro che non hanno voglia di spostarsi, ma che possono dare il loro contributo alla causa di WordPress.

WordCamp italiano in arrivo

Si terrà Venerdì 22 e Sabato 23 Maggio a Milano il secondo BarCamp su Wordpress.

Il logo del WordCampQuesto post è per segnalare che la prossima settimana ci sarà a Milano il secondo WordCamp italiano: un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di WordPress.

L’anno scorso ero presente (potete leggere il resoconto in questo post), ed è stata una bella occasione per conoscere molte persone con i miei stessi interessi. Anche quest’anno non mancherò, ma ci sarò solamente nella giornata di Sabato. Qualcuno di voi ha in programma di venire?

Se volete partecipare potete registrarvi sul sito ufficiale: confermate la vostra presenza e ricordatevi di stampare il vostro badge, sarà più facile riconoscersi.

Chi invece resterà a casa potrà sicuramente leggere ampi resoconti nei giorni successivi all’evento, anche su questo blog. Per gli aggiornamenti in tempo reale invece Twitter rimane lo strumento migliore: potete seguire il mio account, e probabilmente riuscirete anche a trovare dei risultati di ricerca aggiornati con l’hashtag #wordcamp.

iWordCamp con Matt, il resoconto

Cronaca del primo barcamp italiano dedicato a Wordpress, con Matt Mullenweg.

Matt SpeakingScrivere il resoconto di un barcamp sul treno del ritorno è inevitabile, difficile fare diversamente se non si vogliono perdere ricordi e sensazioni che restano bene impressi solo per poco.

Il WordCamp di Milano è stato senza dubbio un evento perchè era il primo barcamp dedicato a WordPress in Italia, ma soprattutto per la presenza di Matt Mullenweg. Inutile negarlo, molti dei presenti erano lì perchè ci sarebbe stato questo ragazzo, che nonostante i suoi 24 anni è stato capace di dare vita ad una piattaforma come WordPress.

La cosa che colpisce di più è proprio la sua età. Quando è arrivato all’Old Fashion Cafè alle 11.30 è sembrato incredibile che potesse esserci veramente lui dietro a tutto questo. Poi inizi ad ascoltarlo, ed i dubbi svaniscono.

In una lunga intervista collettiva durata fino alle 13 non sono mancati gli spunti interessanti sul futuro di WordPress: autoupdate e caching senza plugin aggiuntivi, miglioramenti nella gestione dei tag e supporto a Google Gears sono le novità più eclatanti. Aspettatevi un post dedicato dove approfondirò tutti questi argomenti.

Parlando dei presenti, mi ha fatto veramente piacere conoscere Tambu, che è stato più che disponibile nell’arco di tutto l’evento a scambiare due chiacchiere. E’ stata poi una sorpresa scoprire la presenza di Marco Colarossi, con cui ero entrato in contatto per il Progetto Kublai. I nomi erano tanti, da Andrea Beggi a Wolly, passando per tutti quelli con cui non ho parlato come Napolux o Luca Conti. Il lato migliore di un barcamp è proprio questo, superare la freddezza dello schermo e le distanze, per sentirsi parte di un gruppo con cui condividere interessi e passioni.

E’ una sensazione simile a quella provata durante i meeting IRC a cui partecipavo diversi anni fa: se si vuole vivere a pieno una realtà come questa, è impossibile rinunciare a degli eventi simili.

Tra i talk pomeridiani ce ne sono stati diversi interessanti. Mi è piaciuto l’intervento di Fullo sul caching di WordPress e sulle soluzioni a disposizione per migliorare le prestazioni di siti con molte visite; ben fatta anche la presentazione di Davide Salerno sul supporto alle gallerie di immagini di WP 2.5, ma ammetto che difficilmente abbandonerò il mio Flickr!

Proprio a proposito di Flickr, ho appena caricato le foto scattate. Vi segnalo anche il gruppo dell’evento, dove trovate gli altri contributi.

E’ stata veramente una bella giornata. Tasso geek decisamente alto, considerando la presenza di Mac, iPhone e macchine fotografiche come la Nikon D3 di Matt, davanti alla quale la mia povera D40 impallidiva. Una citazione anche per l’Asus Eee Pc, più che portatile!

Per concludere, una frase pronunciata da Matt, riferendosi ad IE6: “How bad is it?”. Impossibile pensarla diversamente.

iWordCamp in arrivo

Sabato sarò al primo barcamp italiano dedicato a Wordpress.

In questi giorni gli appuntamenti interessanti per blogger e appassionati del web non mancano. Proprio in questo momento è terminato l’incontro con Al Gore e si sta svolgendo l’edizione 2008 di Web Senza Barriere: entrambi gli eventi sono a Roma, in rete non mancheranno i resoconti.

Per quanto mi riguarda, come avevo già anticipato vi confermo la mia presenza al WordCamp di Milano: mi porterò anche la Nikon, conto di riuscire a fare un po’ di foto!

Se volete partecipare andate sul blog ufficiale che contiene tutte le informazioni necessarie, comprese le indicazioni per arrivare. L’evento sarà questo Sabato 10 Maggio, dalle 11 alle 18 circa.

Ne approfitto per segnalarvi anche che alla fine ho ceduto creandomi un account Twitter. Trovate il link alla mia pagina anche sulla sidebar, con la fantastica icona di Twitterific. Devo ancora capire come sfruttarlo al meglio, sicuramente per gli aggiornamenti in tempo reale è ottimo.