User Experience nel mondo reale: le statistiche

L’86% dei clienti di un servizio online sarebbe disposto a pagare di più per una migliore esperienza di acquisto. Numeri che fanno riflettere.

L’esperienza d’utilizzo di un servizio sta ottenendo la giusta importanza con il passare degli anni, tanto da far aumentare in maniera esponenziale l’utilizzo del termine UX.

È importante capire come l’ambito della user experience sia universale: tutto ciò che riguarda il rapporto tra una persona ed un prodotto / servizio può essere incluso in questo contesto, andando oltre i limiti del solo web.

Altrettanta importanza la assumono i numeri: tramite delle statistiche è possibile monitorare un fenomeno, capirne il trend, anticipare dei cambiamenti e non farsi cogliere impreparati. Per questo ho voluto mettere insieme le due cose: UX e relative statistiche, per porre l’attenzione sul tema.

Statistiche su UX e Customer Experience

  • Il 95% dei clienti insoddisfatti racconta ad altri la propria esperienza
  • L’87% dei clienti soddisfatti racconta ad altri la propria esperienza
  • L’83% dei clienti ha bisogno di supporto / informazioni durante un acquisto online
  • Solo il 5% delle aziende supera le aspettative dei clienti che hanno bisogno di aiuto
  • Entro il 2020, l’85% dei rapporti tra cliente e azienda non sarà gestito da una persona
  • L’86% dei clienti sarebbe disposto a pagare di più per una migliore esperienza di acquisto, ma solo l’1% indica come realmente soddisfatte le proprie esigenze
  • Il 37% dei clienti americani indica come insoddisfacente l’esperienza mobile rispetto a quella da desktop/tablet
  • Il 58% dei clienti americani abbandona la navigazione o visita il sito di un competitor quando non è soddisfatto del servizio (la percentuale sale a 63% su tablet)
  • Dopo un’esperienza eccellente, il 44% dei visitatori dichiara di tornare a visitare un sito più frequentemente

Conclusione

Ho estratto questi dati da un interessante articolo sul blog di Sprinklr, dove troverete molti altri numeri, le relative fonti ed i numeri relativi al campione di utenti preso in considerazione.

Ormai è impossibile realizzare un servizio senza tenere conto dell’esperienza utente: sapere scrivere HTML/CSS/JavaScript non basta per creare un buon sito web, e preoccuparsi solo delle funzionalità di un prodotto senza pensare a come verrà utilizzato è un grave errore.

La soluzione è semplice: mettere l’utente al centro di tutto, ed affidarsi ad un vero professionista per intraprendere la strada giusta prima, durante e dopo la realizzazione di un progetto.

[Immagine: Road in deep forest di Shutterstock]

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer di Firenze, appassionato di tecnologia e accessibilità, esperto di WordPress, blogger, gamer e amante della fotografia.