Eee PC Asus e la navigazione su internet

Eee PC

E’ arrivato anche in Italia l’Eee PC della Asus, un portatile ridotto all’essenziale con schermo da 7″, scheda wireless, 512mb di ram e Linux preinstallato (questa sì che è un’incredibile novità).

E’ la soluzione ideale per chi ha bisogno di spostarsi senza grosse pretese, ma il primo dubbio che mi è venuto leggendo il post di orangeek riguarda il monitor.

La risoluzione infatti è 800×480, e per quanto riguarda la navigazione web ci sono diversi problemi su tutti i siti realizzati negli ultimi 1-2 anni. Basti pensare che la maggioranza richiede uno schermo largo almeno 1024px per non vedere le orrende scrollbar orizzontali.

Navigare su internet con l’Eee PC è quindi difficoltoso, quasi la stessa esperienza della navigazione su cellulare che però può contare su browser studiati ad-hoc.

Peccato, perchè una risoluzione leggermente più alta avrebbe reso l’oggetto ancora più interessante, anche se il prezzo non sarebbe più stato così accessibile. Sembra tra l’altro che siano in uscita a Marzo nuove versioni a 8 e 8.9 pollici, ma con la stessa risoluzione del modello attuale.

Dubito che questo settore di mini-portatili possa far cambiare tendenza al web design degli ultimi anni, ma se realizzate applicazioni web e volete che siano veramente accessibili da tutti, fate in modo che usino un layout fluido da 800px in su, o fornite una valida alternativa come una versione per cellulari.

Macbook Air e le altre novità Apple

Non esiste blog di informatica che non abbia almeno accennato alle novità Apple rivelate ieri, durante il Keynote di Steve Jobs tenuto a San Francisco.

Visto che non ho alcun interesse ad aggiungermi alla lista senza dire niente di nuovo, questo articolo vuole essere una mia analisi del nuovo Macbook Air e degli altri prodotti Apple, aperta come sempre anche ai vostri pareri.

Macbook Air

Macbook AirCosa dire del nuovo portatile ultra-sottile? Senza dubbio è un oggetto rivoluzionario, ma per diversi motivi non sono sicuro del suo successo, soprattutto fuori dagli USA. E’ un computer riservato ad un pubblico ben preciso, che ha bisogno di spostarsi spesso ed ha una buona disponibilità economica, ma certe mancanze si fanno sentire.

Apple ha deciso di puntare decisamente verso il mondo wireless, ma da noi è difficile trovare una connessione Wi-Fi disponibile. Pensate ai luoghi in cui sarebbe possibile connettersi ad internet nella vostra città: non mi stupisco se oltre al router di casa vi viene in mente al massimo l’aereoporto o qualche albergo. Ricordatevi che il Macbook Air non ha la porta Ethernet, niente connessione via cavo quindi.

E’ carente anche per quanto riguarda le Usb: una sola spesso potrebbe non bastare.

Applausi invece per quanto riguarda il trackpad multitouch. Lo stesso principio dell’iPhone applicato ad un portatile: fantastico. Sono rimasto senza parole vedendo la possibilità di andare avanti e indietro sulle pagine di Safari con un semplice gesto.

Insomma, questo nuovo portatile è un oggetto probabilmente di nicchia, per persone che hanno già un computer e possono permettersene uno nuovo esclusivamente per gli spostamenti. Non sarebbe possibile altrimenti, soprattutto pensando all’hd che arriva al massimo ad 80Gb.

Time Capsule

Lo ammetto, è una novità che mi ha attirato non poco. Un hard disk esterno senza fili può essere veramente comodo, soprattutto se è possibile condividerlo tra più computer e si possiede un portatile.

Il problema è uno solo: il prezzo. 300€ per 500Gb sono troppi, così come 500€ per 1 Terabyte. Sinceramente preferisco affidarmi ad un’unità di archiviazione più economica, e con l’iMac non ho tutta questa necessità di eliminare i cavi.
iPod Touch small

iPhone e iPod Touch

Per quanto riguarda l’iPhone l’aggiornamento è stato limitato, quello che invece mi interessa è l’iPod Touch. Tra i vari software adesso ha anche Mail, Maps, Stock, Meteo e Notes. Un gran bell’oggetto, ma la Apple poteva risparmiarsi di far pagare l’aggiornamento a chi lo possiede già.

Sto pensando di comprarmelo ma ho ancora qualche riserva, soprattutto pensando all’arrivo dell’iPhone in Italia.

Noleggio Film su Itunes Store

Di solito non mi soffermo più di tanto sulle feature a pagamento e non ho mai acquistato niente sull’iTunes Store, ma la possibilità di noleggiare film non è affatto malvagia. Il download può essere gestito con comodità, e non c’è nemmeno bisogno di riportare il dvd come da BlockBuster. Ne seguirò gli sviluppi, visto che il noleggio in Italia non è ancora possibile.

Spero con questo articolo di avervi dato alcuni spunti di riflessione sulle novità presentate dalla Apple. Non so dirvi se la grande attesa sia stata ripagata, è comunque notevole l’attenzione che il mondo della mela sta continuando ad attirare. Dite la vostra nei commenti!

iPhone sbloccato in vendita anche in Italia

Apple iPhone

In questi giorni si è sparsa la voce di un iPhone sbloccato in vendita in Francia alla “modica” cifra di 999€.

Oggi navigando su vari negozi online italiani alla ricerca di tutt’altro, mi sono imbattuto per caso in una sorpresa: un iPhone da 8gb in vendita a 679€, ovviamente unlocked. Il prezzo non è quello francese, ma resta comunque alto.

Pare quindi che trovare in commercio anche in Italia il nuovo smartphone (quasi riduttivo definirlo così) di casa Apple non sia un’impresa impossibile. Resta da valutare la convenienza di un acquisto simile, visto che un iPhone sbloccato perde qualsiasi garanzia e non è possibile aggiornare il firmware. Il rischio infatti è quello di trovarsi con un costoso fermacarte da tenere sulla scrivania, non esattamente il massimo.

Intanto le notizie per la distribuzione ufficiale di iPhone in Italia tardano ad arrivare; presumibile quindi che tutto sia rimandato ad inizio 2008.

Nuovo iMac: video unpackaging e galleria fotografica

I più attenti fan della Apple avranno sicuramente ammirato i nuovi iMac, usciti a fine Agosto e già disponibili nei negozi e nell’Apple Store online. Avevo bisogno di un computer su cui poter lavorare anche da casa, e la scelta è stata facile. Ho ordinato un iMac 20″ appena ho potuto, ed il 5 Settembre mi è arrivato in tutto il suo splendore.

Potevo farmi sfuggire l’occasione di un nuovo servizio fotografico, dopo quello riservato al Macbook Pro? Ovviamente no, ma questa volta ho preparato anche un video per documentare tutto il rito dello spacchettamento:

Tutte le foto invece sono disponibili in un set appena creato su Flickr: New Apple iMac 20″.

Le mie impressioni sul nuovo computer desktop di casa Apple? Assolutamente positive. Avrei preferito avere la possibilità di scegliere tra schermo Glossy ed opaco, visto che i nuovi iMac prevedono solo la prima opzione, ma non posso lamentarmi visto che il monitor fa il suo dovere. Girano voci sulla scarsa qualità del pannello da 20″, ma io non sto avendo nessun problema, anzi mi trovo benissimo dopo aver fatto una accurata calibrazione (i settaggi standard non sono ottimi).

La scheda video con 256mb di memoria si comporta egregiamente, la nuova suite iLife 08 è ben fatta e funzionale. Unico consiglio per chi fosse tentato di acquistarne uno è quello di aggiungere della Ram alla dotazione di base: 1Gb non è molto, io ne ho fatti installare 2Gb.

Parere conclusivo: i nuovi iMac sono un acquisto più che consigliato. Considerando che il prezzo base per avere un computer all-in-one è di 1.199€, senza contare gli eventuali sconti education, non c’è ragione di esitare. Se avete qualche dubbio sul passaggio a Mac da un sistema Windows, tenete presente che anche io ero nella vostra situazione: vi rimando al mio articolo di pochi mesi fa per saperne qualcosa di più.

Nuovi iPod, la rivoluzione Apple continua

Che la Apple sia ambiziosa e riservi spesso sorprese è cosa nota, ma questo 2007 è senza dubbio un anno da ricordare per l’azienda di Cupertino. C’è stato il rinnovo dei Macbook, seguito da quello dei Macbook Pro, passando per il tanto atteso iPhone che è andato a ruba in America. Ma non è finita, perchè sono arrivati anche i nuovi iMac, ed ora l’ultima novità: l’intera gamma di iPod è stata appena aggiornata, con il tanto atteso iPod Touch.

La nuova linea è disponibile sull’online store del sito Apple, ed i prezzi sono già in euro con la triste conversione 1$=1€. Ecco tutte le novità (cliccate sulle immagini per ingrandire).

iPod Touch

iPod Touch small

E’ il pezzo forte di questa collezione, con touchscreen, disco da 8Gb o 16Gb, ma soprattutto connessione Wi-Fi. Questa è la vera novità che mi attira e mi ha lasciato a bocca aperta seguendo la presentazione di Steve Jobs. Sarà possibile navigare su internet, fare ricerche su Google e vedere i video di YouTube ovunque sarà disponibile una connessione wireless alla rete.

In pratica un iPhone senza le funzioni di telefono, cosa che potrebbe interessare molte persone. Dipende da come sarà venduto l’iPhone in Italia, un contratto di 2 anni con un unico operatore (come avviene negli USA con AT&T) sarebbe molto vincolante.

Prezzi: 299€ per 8Gb – 399€ per 16Gb.

iPod Classic

iPod Classic small

E’ il vecchio iPod Video, che è diventato ancora più capiente ed ha mantenuto le stesse funzioni di prima. E’ ancora più sottile del suo predecessore.

Prezzi: 249€ per 80Gb – 349€ per 160Gb.

iPod Nano

iPod Nano small

Senza dubbio l’iPod Nano è quello che ha subito i maggiori cambiamenti. Adesso è disponibile in due versioni da 4Gb e 8Gb, ma la vera differenza è la possibilità di vedere dei video come sul suo fratello più grande.

Prezzi: 149€ per 4Gb – 199€ per 8Gb.

iPod Shuffle

iPod Shuffle

Infine ecco l’mp3 player più piccolo di casa Apple, rimasto invariato nel prezzo e nelle funzionalità. Sono cambiati i colori.

Prezzo: 79€ per 1Gb.

Conclusioni

Senza dubbio la nuova gamma di iPod avrà un grande seguito, per capirlo bastava provare a collegarsi ieri allo store online della Apple, talmente trafficato da risultare irraggiungibile.

L’iPod Touch è la vera novità, in attesa dell’annuncio ufficiale per l’uscita di iPhone in Europa. Tutti i player mantengono un design affascinante, e sono sempre più sottili. Quasi incredibile che si possa arrivare a 160Gb di dati in così poco spazio.

Una nota importante su cui riflettevo in questi giorni è come la Apple stia diventando competitiva anche sui prezzi, suo vero punto debole da sempre. I lettori mp3 delle aziende concorrenti, ad esempio il Creative Zen V Plus da 4Gb, costa intorno ai 140€: ha la radio e può funzionare come registatore, ma non riproduce i video, cosa che adesso l’iPod Nano può fare.

Prendiamo poi l’iPhone: incredibile ma vero, dopo solo 2 mesi il modello da 4Gb è uscito di produzione, e quello da 8Gb negli USA è passato da 599$ a soli 399$. Quanti altri smartphone simili ci sono in commercio a quel prezzo? La Apple si prepara a sbaragliare la concorrenza? La risposta la avremo nei prossimi mesi, e non è ancora finita, perchè ad Ottobre uscirà il nuovo sistema operativo Leopard.

iPhone: Apple reinventa il cellulare

Perdonatemi in anticipo se per una volta non tratto argomenti direttamente collegati ad XHTML e CSS, ma la novità delle ultime ore merita attenzione.

La Apple ha appena aggiornato il proprio sito ed annunciato al mondo intero la nascita dell’iPhone, lo smartphone che farà sicuramente parlare di sè nei mesi a venire.

Dopo l’iPod, ecco un altro prodotto che ha dalla sua un design accattivante, elegante, ma soprattutto vanta ottime caratteristiche tecniche.

Apple iPhone

E’ un telefono cellulare con display da 3,5 pollici touchscreen, un hard disk in due versioni da 4 e 8Gb, ed un lettore mp3 e video (ovviamente). A questo si aggiunge una fotocamera da 2.0 megapixel e connettività Wi-Fi tramite la quale navigare su internet con il browser Safari.

La cosa che più colpisce guardando i vari filmati presenti sul sito della Apple è senza ombra di dubbio l’interfaccia dell’iPhone. Il display touchscreen consente un’ottima interazione con i vari menu, scorrere la rubrica sembra un gesto semplicissimo, così come navigare per le collezioni di album personali o scrivere un sms.

Sarà in vendita negli Stati Uniti tra pochi mesi, in Europa arriverà nell’ultimo quarto del 2007, in Asia nel 2008. I prezzi di vendita per l’uscita americana sono 499$ per la versione da 4Gb, 599$ per quella da 8Gb.

Ecco le caratteristiche tecniche nel dettaglio:

  • dimensioni dello schermo: 3,5 pollici
  • risoluzione: 320×480
  • sistema operativo: OS X
  • capacità: 4Gb o 8Gb
  • GSM: Quad-band
  • wireless: Wi-Fi (802.11b/g), EDGE, Bluetooth 2.0
  • fotocamera: 2.0 megapixel
  • batteria: 5 ore di autonomia per conversazione/video/navigazione, 16 ore come lettore mp3
  • dimensioni: 115 x 61 x 11.6 mm
  • peso: 135 gr

Queste sono tutte le informazioni disponibili fino ad ora, comunque sia una cosa è certa: l’iPhone è destinato a cambiare il mondo dei cellulari e da ora in avanti Nokia e Motorola avranno un concorrente molto agguerrito.

Per maggiori informazioni trovate video dettagliati e altre immagini sulla sezione del sito Apple dedicata all’iPhone.

Se invece volete osservarlo più da vicino in maniera non ufficiale, sono disponibili altre fotografie su tuaw.com

Grazie a melablog per alcune utili informazioni aggiuntive.