Designers and Developers Day

Il resoconto del primo DD-Day del 25 Marzo 2011.

Venerdì scorso si è tenuto a Firenze il primo Designers and Developers Day (DD-Day): un incontro organizzato per riunire professionisti del web con un unico tema di discussione. In Toscana negli ultimi tempi ci sono state varie iniziative interessanti come l’UX Camp e l’IA Summit 2010: un incontro come questo è servito anche per riprendere il filo del discorso.

I posti a disposizione erano solo una cinquantina ed in molti purtroppo non sono riusciti a partecipare. Nonostante il dispiacere per chi è rimasto fuori, questa però è stata una scelta vincente per favorire la discussione ed il dialogo tra i partecipanti, perché tutti i presenti erano motivati ed interessati all’argomento.
Continua a leggere Designers and Developers Day »

KnowCamp 2011

Il resoconto della giornata di sabato al KnowCamp con annesso WordCamp 2011: un appuntamento interessante.

Oggi sono stato a Modena per il KnowCamp: un barcamp che avevo presentato pochi giorni fa e che si sta svolgendo durante tutto questo weekend. I complimenti agli organizzatori sono d’obbligo, perché sono riusciti a preparare l’evento in maniera molto curata, con due sale fantastiche e capienti, streaming dell’evento dalla sala principale e diretta Twitter (#kc2011).

Non capita tutti i giorni di avere degli eventi gratuiti così, ed il KnowCamp si è rivelato sicuramente all’altezza di altri convegni organizzati in città più grandi. Anzi, avrebbe meritato una partecipazione ancora maggiore: sono tornato a casa veramente soddisfatto.

Continua a leggere KnowCamp 2011 »

KnowCamp e WordCamp 2011 a Modena

Il 19 Marzo 2011 si terrà a Modena un nuovo barcamp dedicato a Wordpress, all’interno del KnowCamp.

Da venerdì 18 a domenica 20 Marzo si terrà a Modena il Knowcamp, evento che viene così descritto dagli organizzatori:

Il KnowCamp è un evento no-profit che si pone come obiettivo quello di offrire un’opportunità di condivisione di esperienze ed opinioni attorno a tematiche di forte attualità: il Sapere ed il Web. Sapere inteso come conoscenza ed informazione, da ricercare con motivazione ed apertura e da elaborare con senso critico. Per farne opinioni, idee, proposte da diffondere e condividere. In questo processo il Web si rivela strumento ideale: luogo libero ed aperto a ogni prospettiva, in cui ogni voce trova spazio ed eco.

Continua a leggere KnowCamp e WordCamp 2011 a Modena »

UX Camp 2010: il resoconto

Il racconto di quello che è successo al secondo UX Camp italiano: il barcamp sulla User Experience.

Come avevo annunciato, venerdì scorso ho partecipato all’UX Camp 2010, che quest’anno è stato organizzato all’interno della sede Dada di Firenze.

Dopo la prima esperienza fatta l’anno scorso le premesse erano ottime, e posso dire che sono rimasto pienamente soddisfatto della giornata trascorsa insieme agli altri partecipanti.

Continua a leggere UX Camp 2010: il resoconto »

UX Camp 2010 a Firenze

Il secondo barcamp italiano dedicato alla User Experience: 5 novembre 2010, presso la sede Dada.

Il prossimo Venerdì 5 Novembre si terrà a Firenze la seconda edizione dell’UX  Camp: un barcamp tutto italiano dedicato alla User Experience.

Vogliamo immaginare un mondo in cui il piacere per le forme e il culto della tecnologia avranno ceduto il passo ad una maggior sensibilità nei confronti della semplicità e dell’esperienza d’uso.

UX Camp Italia è aperto a tutti, progettisti e sviluppatori, lavoratori e studenti, appassio nati e professionisti, giovani e non. Venite a raccontarci le vostre espe­rienze, siete i benvenuti!

L’appuntamento è presso la sede Dada (Largo Annigoni 9/b) dalle 9.00 fino alle 18.30. I posti sono limitati e sono andati a ruba anche perché l’evento è totalmente gratuito, ma potete ancora provare a contattare su Twitter o via mail gli organizzatori e sperare che qualcuno disdica la propria partecipazione. Sono stati lanciati segnali confortanti a riguardo: potrebbero esserci ancora delle possibilità di entrare.

Per ogni altra informazione potete fare riferimento al sito ufficiale.

Blogfest 2010: il racconto

Cronaca di un fine settimana a Riva del Garda, tra blogger, barcamp e turisti tedeschi.

Blogfest 2010

Questo post vi risulterà probabilmente diverso dal solito, ma dopo il fine settimana trascorso alla Blogfest non posso fare a meno di raccontare la mia esperienza. Per una volta metto quindi da parte le mie vesti da web designer: è d’obbligo descrivere il weekend, i barcamp a cui ho partecipato e le persone che ho conosciuto. E’ soprattutto grazie a loro se mi sono divertito.

E’ stata la mia prima volta a Riva del Garda, e sinceramente ero scettico sulla scelta della location fino a quando non sono arrivato. E’ vero, è un posto scomodo, troppo a nord per chi abita da Firenze in giù (per me ci sono volute tre ore di macchina) e lontano anche da Milano: perché ritrovarsi lì? Perché in realtà Riva del Garda essendo un piccolo paese completamente pedonalizzato si presta benissimo all’organizzazione di eventi simili: c’è un grande palazzetto, una rocca per gli eventi più importanti (anche se il concetto è decisamente relativo) e varie altre location adatte allo scopo.

In una situazione così è inevitabile incontrare ad ogni angolo delle facce note: è tutto racchiuso in meno di un chilometro, e prima o poi vi troverete a chiacchierare con chiunque. Certo, non tutti hanno la faccia tosta di buttarsi a parlare con delle persone mai viste (compreso il sottoscritto), ma prima o poi non è difficile trovare il modo di rompere il ghiaccio. Se volete avere un’idea ancora più completa sull’atmosfera che si respira alla Blogfest vi consiglio di leggere questo bel post scritto prima dell’evento, che voleva essere una sorta di guida for dummies.

Parlando invece dei talk e dei barcamp, quest’anno devo ammettere che il GameCamp è stato sicuramente l’evento che mi ha interessato di più. Va bene parlare di twitter, blogging e social network, ma ogni tanto un po’ di distrazione fa bene. Kurai in questo senso è una garanzia, e così come aveva fatto all’IA Summit non ha deluso le aspettative con un talk veramente interessante. Se siete interessati al mondo del gaming tenete d’occhio Urustar ed Invaders’ Den, meritano la vostra fiducia. Tra l’altro ho avuto il mio piccolo momento di gloria riuscendo a vincere la breve partita a Cruel 2 B Kind: il premio erano le Moleskine Limited Edition di Pac Man. C’è chi è stato anche più fortunato, vincendo il torneo di New Super Mario Bros e portandosi a casa una Wii.

Gamecamp 2010

E tutti gli altri eventi? Il bilancio è positivo: sono riuscito ad ascoltare alcune discussioni interessanti, come Luca Sofri e lo staff de Il Post che raccontavano la loro esperienza, e durante le premiazioni dei Macchianera Blog Awards sono stato contento di vedere premiato Spinoza più volte. Non è stato tutto perfetto, qualcosa poteva essere organizzato meglio ed il sabato sera credo che la platea sia rimasta ibernata al freddo della Rocca per quasi 3 ore, ma il bilancio è comunque positivo.

Non so se il prossimo anno ripeterò l’esperienza, ma sono contento di avere partecipato. Mi ha fatto molto piacere rivedere degli amici e conoscere di persona chi non avevo mai incontrato prima, soprattutto chi leggo ogni giorno su FriendFeed. Mi dispiace solo di non essere riuscito a salutare tutti quelli che avrei voluto, ma c’è sempre tempo per rimediare: ci vediamo al prossimo evento.

BlogFest 2010 a Riva del Garda

La BlogFest a Riva del Garda dal 24 al 26 settembre. Chi parteciperà?

Puntuale come ogni anno, anche nel 2010 arriva la BlogFest.

Cos’è? E’ un evento che riunisce in un unico luogo tutto ciò che riguarda le community nate in rete, dai blog a Facebook, passando per Twitter, FriendFeed, le chat ed i forum.

Non ne avevo mai parlato prima d’ora su questo blog, ma quest’anno mi interessa particolarmente partecipare al GameCamp, e quindi sarò presente anche io a Riva del Garda. Considerando i tanti partecipanti sarà anche un’ottima occasione per rivedere alcuni amici e fare nuove conoscenze.

Quando?

La BlogFest 2010 inizia venerdì 24 settembre dalle 17 in poi, e finisce domenica 26 settembre.

Dove?

L’evento si svolge a Riva del Garda. Se cercate un hotel dove fermarvi, potete trovare su Rivatour.it un elenco di strutture convenzionate, ma ci sono anche altri hotel in zona che pur non avendo convenzioni particolari sono vicini al centro.

Se volete saperne di più e leggere il programma delle tre giornate, trovate tutto sul sito ufficiale. Fate attenzione alle date quando consultate una pagina perché alcune sezioni del sito nel momento in cui scrivo fanno ancora riferimento al 2009.

Ci sarete? Se verrete a Riva del Garda sarà un piacere scambiare due chiacchiere: fatevi riconoscere, io sarò presente dal venerdì sera fino alla domenica.

WordCamp Catania: il resoconto

Riflessioni sul WordCamp catanese del 18 giugno 2010, tra Wordpress 3.0 e nuovi incontri.

Il 18 giugno scorso ho partecipato al primo WordCamp italiano lontano da Milano: era la prima volta che veniva organizzato un barcamp su WordPress nel sud Italia, e mi ha fatto molto piacere poter essere presente a Catania.

Dopo essere stato presente alle edizioni milanesi del 2008 e del 2009, i confronti vengono quasi spontanei, e devo ammettere che sono rimasto molto contento dell’evento organizzato da Roberto Chibbaro. Era una bella occasione per coinvolgere delle realtà che molto spesso vengono colpevolmente dimenticate, e poter assistere a degli interventi interessanti mi ha permesso di fare diverse conoscenze utili.

Proprio sulle differenze di mentalità ha scritto un post interessante Luca, che è riuscito a dipingere un quadro molto verosimile, confrontando i diversi scenari che ci si possono parare davanti partecipando agli eventi di networking tra Londra, Roma e Catania. Quella della Sicilia è una realtà viva, che ha voglia di mettersi in mostra ed è capace di presentare delle idee interessanti, ma incontra difficoltà nel metterle in pratica. Parlare poi di soldi e finanziamenti per delle idee è quasi un’utopia: difficile trovare qualcuno disposto ad investire.

Nonostante tutto però c’è chi ha ancora voglia di emergere, e per questo non posso che fare i complimenti a chi continua ad insistere cercando una via per mettersi in mostra, come i ragazzi di Your Inspiration Web. I loro talk sono stati interessanti, così come è stato molto discusso l’intervento di Francesco “Fullo” Fullone, che ha esaminato WordPress sconsigliandone l’utilizzo in casi estremi, dove altri CMS si comporterebbero meglio.

Ho cercato di dare anche io il mio contributo, con un breve speech riguardante la mia esperienza con GdR Players. E’ stato utile discutere insieme ai presenti dell’utilizzo di WordPress per una community ridotta ai minimi termini, considerando anche ipotesi alternative come BuddyPress o le novità della versione 3.0. Mi ha fatto piacere ricevere pareri, suggerimenti e proposte interessanti, segno che la semplicità di WordPress continua ad attirare ed incuriosire, anche dopo gli ultimi aggiornamenti.

Se volete avere un quadro ancora più completo dell’evento, in rete potete trovare:

Le slide della mia presentazione, dal titolo WordPress per una community?”, sono le seguenti. Vederle fuori dal contesto non è ovviamente l’ideale, ma potete farvi comunque un’idea del contenuto:

L’appuntamento è per il WordCamp 2011: se avete proposte, suggerimenti, oppure eravate presenti e volete aggiungere qualcosa, i commenti sono a vostra disposizione.

Un ultimo ringraziamento va a Roberto ed a Giovanni, che con i loro consigli mi hanno regalato una fantastica settimana di vacanza in giro per la Sicilia.

WordCamp 2010: Milano e Catania

Due appuntamenti italiani dedicati a Wordpress: è arrivato anche il WordCamp Catania.

Anche quest’anno non manca l’appuntamento con il WordCamp italiano, barCamp dedicato a WordPress. Le novità questa volta sono importanti, perché oltre al tradizionale incontro a Milano (21-22 Maggio 2010), ci sarà anche un WordCamp a Catania il 18 Giugno.

Al momento gli interventi proposti sono diversi, ed il numero dei partecipanti continua a crescere. Potete trovare tutte le informazioni sui siti dedicati:

Io sarò presente a Catania, approfittando dell’occasione per godermi un po’ di vacanze in Sicilia nei giorni successivi all’evento. Non so ancora se parteciperò con un intervento (potrei raccontare qualcosa su GdR Players…), ma sarà comunque una bella opportunità per conoscere altre persone interessate all’argomento.

Se siete interessati a partecipare, registratevi sul sito del WordCamp che vi interessa. Ci vediamo a Catania!

IA Summit 2010, il resoconto

Le mie impressioni sul quarto summit italiano di Architettura dell’Informazione, a Pisa.

Reduce da due giorni trascorsi a Pisa per il quarto summit italiano di Architettura dell’Informazione, mi sembra giusto tirare le somme e fare un resoconto dell’evento.

Gli ospiti internazionali

La prima cosa che ho pensato tornando a casa, è stata che le presenze internazionali sono un grande valore aggiunto per eventi come questo. Ascoltare il talk di apertura di Jason Hobbs sull’importanza dell’Architettura dell’Informazione (ma soprattutto del gettare le basi di una scienza comune a cui fare riferimento) è stato illuminante. Trovate la sua presentazione (con alcune differenze) su SlideShare: “The door, the wind, the bird and the valise”, ed il video che appare nella slide 15 è questo:

A Dinosaur Family Explains Information Architecture

Notevole anche il keynote conclusivo di Andrew Hinton: un lungo intervento su IA ed organizzazione delle informazioni, passando da D&D e Quake (!) al web design. Tanto materiale su cui riflettere, presentato in maniera eccellente: è apparso evidente come certi personaggi siano abituati a stare sul palco parlando di questi argomenti.

Gli interventi italiani

Gli ospiti stranieri di cui ho parlato valevano da soli il viaggio, ma sono stato contento di ascoltare anche altri talk interessanti: sicuramente quello di Federico Fasce, che aspettavo con curiosità e che non ha deluso le aspettative, ma anche un bell’intervento di Cristiano Rastelli sull’esperienza utente nei quotidiani online, con replica in sala di un rappresentante del gruppo dell’Espresso/Repubblica.

Ci sono state alcune note stonate, interventi troppo autoreferenziali o poco in tema con il summit, ma sono state poche eccezioni che non hanno abbassato di troppo la qualità media dell’evento.

Quando possibile cerco sempre di non mancare ad appuntamenti come questo: sono un’ottima occasione per discutere con altri lavoratori del settore, fare nuove conoscenze, e trovare spunti interessanti nei talk presentati. Mi rendo conto di averlo già scritto altre volte parlando di eventi simili e barcamp, ma non posso fare a meno di ripetermi. Partecipare a questi incontri permette di allargare i propri orizzonti, assorbendo quante più informazioni possibili. Il guadagno può essere sia culturale che interpersonale, ed ha poca importanza quale sia dei due l’aspetto prevalente, perché il bilancio sarà comunque positivo.

Alberto Mucignat ha raccolto in un video alcuni pareri sull’evento: