Strumenti per analisi e statistiche di un sito web

Per chi gestisce un sito internet è fondamentale avere uno strumento che consenta di analizzare le visite ricevute con le relative statistiche. Questo aspetto spesso viene sottovalutato, pensando che sia sufficiente avere un banale contatore degli accessi e niente altro, ma non è affatto così.

In questo articolo voglio indicare diversi servizi presenti sulla rete, quasi tutti gratuiti: Google Analytics, Performancing Metrics, Shinystat e Mint, l’unico della lista a pagamento.

Tramite questi strumenti è possibile avere un analisi completa del traffico, che può consentire di migliorarsi comprendendo gli errori e soprattutto scoprire come arrivano i visitatori sul proprio sito, cosa cercano, e se la loro esigenza viene soddisfatta. Ovviamente c’è sempre un minimo margine di errore, ma analizzando tutti i dati a disposizione il quadro spesso è più che sufficiente.

Ma iniziamo con ordine:

Google Analytics

Il servizio di statistiche fornito da Google è uno dei più avanzati, e soprattutto è gratuito. Le possibilità sono veramente infinite, ed oltre a conoscere una serie di dati comuni come il numero di visite, di pagine viste, l’hardware ed il browser posseduto dai visitatori, fornisce strumenti per vere e proprie campagne di marketing.

Infatti è possibile monitorare anche i cosiddetti goal, degli obiettivi che vogliamo far raggiungere ai nostri visitatori, come potrebbe essere l’acquisto di un oggetto per un sito di e-commerce.

Oltre a questo ci sono tutti i dati relativi al marketing, come la provenienza in relazione al sito di origine ed ai motori di ricerca con relative keywords.

Le possibilità sono innumerevoli ed elencarle tutte sarebbe inutile, basti sapere che è il servizio gratuito più completo che ho trovato. L’unico lato negativo è che l’iscrizione non è immediata, ma regolata da una coda per ottenere l’invito: necessario quindi armarsi di pazienza dopo aver fatto la richiesta. Io ho dovuto attendere circa un mese e mezzo, ma non è un dato indicativo perchè conosco persone che hanno aspettato molto meno. Al momento dell’iscrizione vi sarà fornita una stringa Javascript da inserire sulle pagine dei siti che volete monitorare.

Performancing Metrics

Ho scoperto questo servizio per caso e ne sono rimasto piacevolmente sorpreso. Performancing è un sito che offre diversi servizi per bloggers, Metrics è il nome che hanno dato al loro strumento destinato alle statistiche.

Le opzioni sono molte, ed i dati che si possono ottenere sono divisi tra quelli relativi alle visite generiche, ai visitatori che tornano sul vostro sito, e al marketing. Le tipologie di dati sono simili a quelle di Google Analytics, anche se minori, ma se non avete grandissime esigenze lo strumento è ottimo.

Anche in questo caso sono presenti alcuni dati relativi ai guadagni provenienti dal sito, come ad esempio da un account Google Adsense.

Per iniziare ad ottenere i dati, dovrete aggiungere del codice Javascript alle vostre pagine.

Shinystat

Shinystat è il servizio con meno opzioni tra quelli elencati, che però mi sento di segnalare visto che l’ho usato per lungo tempo. Fornisce dati su pagine viste, visitatori, browser e sistema operativo, oltre alle indicazioni su referrers e siti di provenienza.

Le limitazioni riguardano la presenza obbligatoria di un contatore visibile in ogni pagina che volete monitorare, e l’impossibilità di utilizzare il servizio su siti commerciali.

Mint

Mint è l’unico servizio a pagamento tra quelli elencati, ma lo nomino per tutti coloro che vogliono investire 30$ nel loro sito per avere uno strumento assolutamente professionale.

La schermata principale si suddivide in quattro pannelli, destinati a monitorare visite, referrers, pagine e provenienze dai motori di ricerca.

Per farvi un’idea più chiara è possibile provare una demo del servizio, che oltre ad essere ben realizzato è anche bello da vedere, con un’adattabilità alla risoluzione che vi lascerà senza parole.. provate a ridimensionare la pagina della demo e vedrete!

Anche in questo caso c’è del codice Javascript da aggiungere alle pagine. Certo è da considerare la spesa, ma potrebbe essere un investimento per il futuro del vostro sito.

Questo è tutto, se conoscete altri servizi simili non esitate a parlarne nei commenti, in ogni caso con gli strumenti citati si possono già ottenere statistiche più che soddisfacenti. A voi la scelta!

Stylegala in vendita

StylegalaUna notizia si fa largo nel web da qualche giorno: Stylegala è in vendita. Uno dei siti showcase più importanti a quanto pare cambierà gestione, e la speranze di tutti è che continui a funzionare così come ha sempre fatto.

Personalmente lo ritengo uno dei migliori nel suo genere, venivano recensiti lavori notevoli anche se non molto frequentemente, probabilmente per mantenere sempre alto il livello qualitativo.

Potete trovare a questo indirizzo tutti i dettagli, se siete interessati la base d’asta è di 30.000 dollari, una bella somma.

Di seguito alcune statistiche che fanno capire l’importanza del sito ed il perchè siano in molti a temere per il suo futuro:

  • Pagine visitate ogni mese: 4.200.000
  • Link su Google: circa 3.000
  • Link su del.icio.us: circa 4.000
  • Guadagni mensili: 2.500 dollari

Se non lo conoscevate e siete interessati a vedere il meglio del web, vi consiglio di passare qualche minuto ad esaminare la galleria di siti che propone.

I vostri feed su FeedBurner

Se avete un sito e rilasciate dei feed per farvi seguire più facilmente dai lettori, sicuramente FeedBurner è il servizio che fa per voi.

In principio ero abbastanza scettico ed ero convinto di poter continuare a gestire i feed RSS di questo sito senza servizi esterni, ma una volta notate le potenzialità di FeedBurner mi sono dovuto ricredere.

Una volta creato un account infatti, potrete gestire gratuitamente fino a 5 feed per i quali vi sarà dato un nuovo indirizzo del tipo feeds.feedburner.com/nomescelto. A questo punto sarà facile compiere una serie di operazioni che vanno dall’analisi del traffico, alla promozione e all’ottimizzazione dei propri Feed che a mio parere è una delle possibilità più interessanti.

Tanto per fare un esempio, è possibile creare dei filtri, cambiare titolo e link al feed originale, limitare il numero di caratteri per ogni notizia in modo da recapitare solo un’anteprima ai lettori, oppure integrare il tutto con altri servizi come del.icio.us o digg. Sugli RSS di TomStardust.com ho integrato da poco proprio il mio account di del.icio.us, in questo modo posso far avere i bookmark che memorizzo insieme ai feed del sito, con frequenza variabile a piacere (attualmente è una volta al giorno).

L’unico problema del passaggio ovviamente è la possibilità che i lettori che già ricevono il vecchio indirizzo dei Feed non passino al nuovo, falsando le statistiche soprattutto se si tratta di siti ben avviati e con molti lettori. L’inconveniente comunque non è poi gravissimo, anche perchè il passaggio su FeedBurner ha molti vantaggi anche per il lettore, che difficilmente deciderà di non aggiornare l’indirizzo che riceve.

A proposito, i feed di questo sito sono da diverso tempo al seguente indirizzo: http://feeds.feedburner.com/tomstardust
Aggiornate i vostri aggregatori se non l’avete ancora fatto!

Aggiornamento del 25 Maggio 2006: ho scoperto un utilissimo plugin di WordPress per reindirizzare i feed sull’account di Feedburner. In questo modo anche i vecchi lettori potranno avere i vantaggi del servizio in questione, senza dover fare niente. L’ho appena installato e sembra funzionare a dovere.

I Feed RSS per il web design

Per chi fosse interessato a conoscere tutte le ultime novità sul fronte del web design, seguire ogni giorno tutti i siti più importanti sull’argomento è un’impresa non da poco.

Per risolvere questo problema la soluzione migliore è tenere sotto controllo tutti i feed RSS dei siti in questione con un aggregatore come Bloglines: semplice, comodo e soprattutto gratuito.

Ma l’ostacolo più grande si presenta fin da subito: quali sono i siti da seguire e dove possono essere trovate le notizie più interessanti? Lo scopo di questo post è proprio trovare una risposta veloce alla domanda, fornendo un elenco di tutte le risorse indispensabili per un buon esperto di html, css e web standards. Ecco qui i miei consigli.

Siti italiani

Ecologia dei siti web
Il sito tratto dall’omonimo libro vanta tra gli autori la presenza di nomi importanti come Maurizio Boscarol, Gianluca Troiani e Sofia Postai.
Feed RSS

Edit – Il blog di HTML.it
Il blog di uno dei più famosi portali italiani. Articoli su tecniche di utilizzo dei fogli di stile, consigli sull’utilizzo di javascript, link a risorse per Photoshop e molto altro.
Feed RSS

Siti in inglese

A list apart
Un must per tutti i web designers che si rispettino. Tra le fonti più autorevoli da cui attingere consigli ed indicazioni.
Feed RSS

Mezzoblue
Il sito di Dave Shea, il creatore di CSS Zen Garden. Articoli e news sul web design ma non solo.
Feed RSS

Simplebits
L’autore di Bulletproof Web Design, Dan Cederholm, presenta questo sito dal look semplice ma efficace. Un altra voce autorevole da ascoltare.
Feed RSS

456 Berea Street
Roger Johansson, specialista in web standards, accessibilità ed usabilità fornisce consigli e suggerimenti nel suo sito personale.
Feed RSS

Stylegala
Una risorsa diversa dalle altre: è una galleria dei migliori siti di tutta la rete, recensiti e votati, per essere sempre al corrente delle novità e trovare nuove ispirazioni.
Feed RSS

Vitamin
Una risorsa nata recentemente, mi ha impressionato positivamente per gli autori che vanta tra le sue fila: Dan Cederholm, Shaun Inman, Eric Meyer, Dave Shea e molti altri.
Feed RSS

The Web Design Blog
Il nome dice tutto. Consigli, tutorial ed articoli con un’unico tema: il web design.
Feed RSS

Queste sono tutte le risorse che seguo costantemente anche io, e che mi sembrava doveroso condividere. Non sono sicuramente sufficienti per poter dire di essere degli esperti, ma sicuramente aiutano a tenersi informati se vi interessano i temi che ho descritto.

E’ probabile che in futuro la lista aumenti ancora e sorgano nuove realtà interessanti, per il momento se avete siti da segnalarmi non esitate: fatemi sapere la vostra.