Costo manutenzione sito web

Il costo della manutenzione di un sito web

Quanto costa la gestione ordinaria di un sito? Vediamo i principali fattori che possono influire sull’investimento.

Questo post nasce per rispondere a tutte le richieste che ricevo sui costi di gestione di un sito. Da diverso tempo offro il mio servizio di manutenzione sito web e quello dei costi è un argomento che giustamente va approfondito per poter prendere qualsiasi decisione.

Il primo punto importante però è rispondere alla domanda: un sito va aggiornato e mantenuto?

La risposta giusta è sì.

Ogni sito deve essere seguito e monitorato. Ci sono delle attività (aggiornamenti secondari, verifica velocità delle pagine) che possono essere fatte ogni 2-3 mesi, ma esistono anche controlli fondamentali che vanno eseguiti regolarmente, ad esempio per evitare, link spam, virus e magari che il sito finisca per essere irraggiungibile.

Cosa succede se non aggiorno il sito?

Per rispondere a questa domanda ti racconto due storie simili — non farò nomi — avvenute nell’ultimo anno.

Il caso di un’agenzia turistica

La prima storia riguarda il sito di un’agenzia turistica, che a causa della pandemia era stato abbandonato a se stesso. I problemi sono emersi quando Aruba, il fornitore del servizio hosting, ha trovato delle pagine compromesse e ha oscurato l’intero sito segnalando di risolvere il problema.

A questo punto mi è stato richiesto di intervenire: ho recuperato i contenuti del sito, fatto pulizia e visto che c’ero ho ripristinato il servizio su un hosting più performante.

Il problema poteva essere evitato?

Sicuramente sì, bastava tenere il sito aggiornato con poche centinaia di euro l’anno per non dover investire molto di più successivamente per il ripristino della situazione.

Il caso di un professionista

L’altra storia è quella di un professionista che in passato aveva investito sul suo sito personale. Poi però ha spostato il business in un’altra direzione e il sito è rimasto più o meno abbandonato a se stesso, senza nessuno che se ne occupasse.

Anche in questo caso il sito è stato attaccato ed è finito offline. Il problema era un’installazione di WordPress obsoleta, con plugin non aggiornati.

Per fortuna esistevano dei backup che su richiesta mi hanno permesso di ripristinare la situazione, aggiornare, e riportare il sito online.

Anche in questo caso sarebbe bastato tenere WordPress aggiornato per evitare il problema.

Quanto costa la manutenzione di un sito web?

L’investimento minimo parte da 50€ al mese, con alcuni elementi che fanno aumentare l’investimento richiesto:

  • La presenza di un e-commerce
  • La richiesta di analisi SEO e ottimizzazioni periodiche
  • La richiesta di un pacchetto ore mensili per interventi extra di qualsiasi tipo

Mentre invece fanno scendere il costo dell’investimento:

  • La presenza di più siti da gestire contemporaneamente
  • Il supporto tecnico di altri professionisti già presenti

Ci sono clienti che hanno più di un sito ai quali ho offerto la gestione dei siti più semplici a 400€ / anno.

A cosa prestare attenzione

Ci sono tante offerte di gestione e manutenzione sito web online, quello che fa la differenza è la frequenza degli interventi e la dimostrazione del lavoro effettuato.

Proprio per fornire un servizio di qualità ho scelto di inviare ad ogni cliente un report mensile con le attività svolte, che comprende gli aggiornamenti fatti ma anche un resoconto delle visite ricevute e dei dati più importanti.

Capirai che un’offerta con un monitoraggio costante e un report simile è ben diversa da un controllo periodico fatto ogni 3-4 mesi.

Per lo stesso motivo è bene sapere se sono previste attività extra.

Ad esempio il mio servizio di gestione sito include il miglioramento e il monitoraggio della velocità del sito web. Fattore fondamentale anche per Google.

È importante sapere anche se sono previste delle ore per interventi aggiuntivi. Su richiesta io offro fino a 4h mensili di pieno supporto per qualsiasi sviluppo, modifica o aggiunta al sito esistente. Non fa differenza che quel tempo mi venga richiesto per inserire un post sul blog o per sviluppare una nuova funzionalità.

Manutenzione e gestione di un sito web sono la stessa cosa?

A meno che non si parli di interventi di manutenzione una tantum, gestione e manutenzione di un sito significano la stessa cosa.

In conclusione

Se non hai nessuno che si occupa del tuo sito web, valuta le proposte che ricevi pretendendo:

  • Almeno un backup giornaliero
  • L’aggiornamento della piattaforma (es. WordPress) almeno su base mensile
  • L’aggiornamento di eventuali plugin almeno su base mensile
  • L’aggiornamento nel giro di 6-7 giorni in caso di vulnerabilità pubbliche
  • Un report delle attività

Bonus interessanti da considerare:

  • Ore di supporto extra
  • Controllo della velocità del sito
  • Analisi e ottimizzazioni SEO
  • Call periodiche di revisione delle attività
Gestione sito web Tommaso Baldovino

Vuoi un professionista per la gestione del tuo sito web?

Puoi contattarmi per un’analisi gratuita del tuo sito ed una proposta su misura. Trovi maggiori dettagli sulla pagina dedicata al servizio di manutenzione sito web che offro con successo ai miei clienti.

Se il 100% dei clienti è soddisfatto e nessuno ha mai interrotto il nostro accordo ci sarà un motivo.

TomStardust Newsletter

Ricevi nuovi articoli come questo, contenuti esclusivi per crescere online e la mia collezione di link imperdibili. Solo una mail ogni due settimane.

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer, professionista del web con più di 15 anni di esperienza su WordPress. Sono disponibile a seguire nuovi progetti dall'ideazione alla realizzazione finale. Scrivo ogni 2 settimane la mia newsletter.

2 commenti su “Il costo della manutenzione di un sito web”