vendere corsi online

Le migliori piattaforme per vendere corsi online

Che tu abbia già un sito web o no, vendere corsi online ti può permettere di raggiungere risultati importanti. Ma devi conoscere i canali giusti.

Hai deciso di vendere il tuo corso online? Ottima idea. Non è una moda passeggera, è possibile costruire un business solido con la giusta strategia.

L’importante è sapere che una volta messo in vendita il tuo corso avrai ancora molto da fare.

Il tuo prezioso lavoro va mantenuto, le richieste dei clienti hanno bisogno di risposte, e sicuramente nel tempo dovrai pubblicare dei contenuti aggiornati.

In questa guida trovi le opzioni a tua disposizione per partire: hai un sito o no? Quella è la prima domanda che ha bisogno di risposta.

Marketplace per vendere corsi online

Se vuoi vendere uno o più corsi online, l’idea più comune è di appoggiarsi a marketplace esistenti e farsi trovare dai tanti utenti già presenti su queste piattaforme.

Partendo da zero può essere una strategia da valutare.

Udemy

Partiamo dalle basi: Udemy è senza dubbio una delle piattaforme più conosciute per acquistare (e quindi vendere) corsi. Il vantaggio è senza dubbio l’enorme base di utenti, ma tieni presente che dovrai competere con tanti altri creator che spesso svendono i loro corsi a pochi euro puntando sui grandi numeri.

https://www.udemy.com/

Superprof

Superprof è una piattaforma italiana che ti permette di farti notare senza troppa fatica. Interessante poterla usare anche per offrire consulenze a ore, ma se stai pensando ad un video corso probabilmente questa opzione non ti interessa, vero?

https://www.superprof.it/

vendita corsi online

Vendere corsi online sul tuo sito WordPress

Un’altra opzione molto valida è quella di creare una sezione dedicata ai tuoi corsi su un sito esistente. In questo caso parliamo di WordPress come piattaforma, sicuramente la più diffusa.

Perché vendere su un tuo sito?

Perché così avrai il controllo totale su tutto, nessuna percentuale da cedere ad altri e massima possibilità di personalizzazione.

Il limite potrebbero essere i costi di sviluppo e mantenimento: non ti consiglio questa strada se vuoi vendere un solo corso per poche decine di euro.

Learndash

Learndash è uno dei plugin più famosi per vendere corsi online. Il prezzo è nella media, attualmente 159$ annuali.

https://www.learndash.com

Learnpress

Una buona soluzione con un plugin base gratuito, che permette di creare corsi e venderli sul proprio sito.

Ci sono numerosi add-on a pagamento, a seconda delle funzionalità di cui hai bisogno potrebbe non essere conveniente puntare su questa soluzione se ti servono molte personalizzazioni rispetto al plugin base.

https://it.wordpress.org/plugins/learnpress/

Tutor LMS

Un’ottima soluzione per la vendita di corsi. Ha un plugin base gratuito ed una versione a pagamento. Come spesso succede in questi casi, la differenza è sulle feature avanzate (content drip, email di notifica, metodi di pagamento).

Interessanti i piani a pagamento: c’è anche una licenza lifetime che permette di risparmiare se hai progetti a lungo termine.

https://www.themeum.com/product/tutor-lms/

Lifter LMS

Lifter è un plugin da valutare e lo includo per questo nell’analisi, ma ha una strategia di prezzo discutibile e con tutti gli add-on può raggiungere cifre assurde (1200$ annuali). Il piano base è accessibile, ma a parità di feature probabilmente sceglierei altre soluzioni.

https://lifterlms.com/

Sensei

La piattaforma di vendita corsi gestita da Automattic, la società dietro a WordPress e a plugin come WooCommerce e Jetpack. Il problema è che richiede WooCommerce e quindi devi avere un sito performante, con adeguate risorse a disposizione.

https://senseilms.com/

Vendere corsi online su una piattaforma esterna

L’ultima opzione a disposizione non è da escludere, anzi è la più consigliata se vuoi:

  • vendere uno o comunque pochi corsi
  • testare il mercato
  • essere online velocemente

Puoi vendere corsi appoggiandoti a piattaforme esterne. Se hai già un sito web puoi tranquillamente collegare il tuo sito a queste piattaforme, rendendo l’esperienza dei tuoi clienti coerente.

Tieni presente che se vuoi vendere corsi online e farci un business, arriverà il punto in cui ti converrà avere tutto in casa sul tuo sito e non cedere più percentuali a queste piattaforme esterne.

Thinkific

Una delle piattaforme più diffuse in questo momento. Ti permette di partire senza spese e cedere una percentuale su ogni vendita.

https://www.thinkific.com/

Kajabi

Non è solo una piattaforma di corsi online, punta molto sulla creazione di una community.

https://kajabi.com/

Membervault

Uno strumento appena nato ma promettente, anche in questo caso non ci sono costi di partenza ma una percentuale da cedere.

https://membervault.co/

Teachable

Un’ottima piattaforma con un piano base gratuito dalle feature limitate, buono comunque per partire.

https://teachable.com/

Learnworlds

Una soluzione interessante perché a differenza di altre piattaforme ha dei piani che non prevedono percentuali. Se vuoi crescere, potresti pagare un fisso mensile e non preoccuparti delle commissioni.

https://www.learnworlds.com/

Cosa fa la differenza nella vendita dei tuoi corsi

Cosa conta davvero?

I contenuti del tuo corso, e come li promuovi.

Le piattaforme elencate sono solo un mezzo e hanno tutte molte caratteristiche identiche: gli standard sono ormai definiti dal mercato.

Per questo motivo mi sono concentrato soprattutto sulle differenze di prezzo e di strategia delle varie piattaforme: la tua scelta dovrebbe basarsi soprattutto su cosa ti serve al momento e sui piani di crescita futuri.

Se vuoi una piccola entrata, parti dalle piattaforme esterne. Se punti a crescere, prima o poi dovrai pensare di crearti in casa — sul tuo sito — i tuoi corsi online.

Vendere video corsi o altri formati?

Qui non ci sono dubbi: il formato video è quello che funziona meglio. Potresti creare un ebook, scrivere una guida e distribuirla via mail oppure registrare un corso in formato audio, ma non avresti gli stessi risultati.

Inoltre tieni presente che lo stesso corso ha molto più valore se diffuso in formato video.

Un ebook che potresti vendere a 27€ potrebbe tranquillamente trasformarsi in un video corso da 187€. Ovviamente molto dipende dal mercato e dall’argomento.

Hai domande?

Contattami per parlare insieme dei tuoi piani, posso supportarti nella scelta con una breve call gratuita, senza alcun impegno.

Ho realizzato siti web per la formazione online, la vendita di video corsi o l’iscrizione a webinar. Posso consigliarti nel modo migliore.

TomStardust Newsletter

Ricevi nuovi articoli come questo, contenuti esclusivi per crescere online e la mia collezione di link imperdibili. Solo una mail ogni due settimane.

Tommaso Baldovino

UX/UI Designer, professionista del web con più di 15 anni di esperienza su WordPress. Sono disponibile a seguire nuovi progetti dall'ideazione alla realizzazione finale. Scrivo ogni 2 settimane la mia newsletter.